Spiagge: Cala Luna

E’ la volta di una delle spiagge più conosciute, anche per essere stata scelta, sia nel 1974, con protagonista Mariangela Melato, che nel remake con Madonna, quale set per il film “ Travolti da un insolito destino … “.

E’ l’arenile di Cala Luna, circa 700 metri di spiaggia, con una larghezza di 200 metri, inseriti nell’ampio golfo di Orosei, con un fondo di sabbia chiara grossa mista a sassolini. Le acque di Cala Luna sono trasparenti e di un azzurro cangiante per i giochi di luce creati dal sole riflesso sul fondale: un ulteriore effetto cromatico è offerto dal verde della vegetazione che fa da cornice, un bosco di oleandri che si trova proprio alle spalle della spiaggia stessa, vicino al quale c’è anche un laghetto di acqua dolce.

Cala Luna è stretta come in un abbraccio da ripide pareti di roccia, dalle quali si aprono sulla spiaggia ampi grottoni in cui trovare riparo dalla calura estiva. Luogo ideale non solo per chi voglia prendere la tintarella ed ammirare la natura, è amata anche da quanti praticano la pesca subacquea o semplicemente desiderano immergersi nelle sue acque con maschera e pinne per ammirarne i fondali sempre ricchi di sorprese.

A breve distanza da Cala Luna, ma raggiungibile solo via mare è possibile visitare la Grotta del Bue Marino. E sempre la via mare è la migliore soluzione per raggiungere la spiaggia, per chi può con imbarcazioni da diporto; per tutti con i numerosi battelli in partenza dal porticciolo di Cala Gonone e dalla spiaggia di Marina di Orosei. L’alternativa, rivolta agli amanti del trekking è un difficile sentiero, a misura di veri esperti che parte da Cala Fuili o da Baunei. La spiaggia offre alcuni servizi: è dotata di bar, punto di ristoro ed è caratterizzata da un fondale basso che rende agevole il gioco dei bambini in acqua. È possibile noleggiarvi il patino.

Panoramica di Cala Luna (foto di Marco Botta)

Grotte di Cala Luna (foto di Marco Botta)

Per le foto si ringraziano:

Marco Botta

Le foto ed i diritti di autore sono e restano di proprietà degli autori.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *