Il torrone di Tonara

Qualche giorno fà vi avevamo parlato della Sagra del Torrone di Tonara che si terrà nell’omonima località in provincia di Nuoro il lunedì di Pasqua. Oggi invece vogliamo approfondire il discorso su questo dolce squisito, il torrone, che non è specialità solo lombarda, ma anche tipica di tutto il territorio Barbaricino.

Di origine relativamente recente (seconda metà dell’Ottocento), il torrone viene prodotto quasi esclusivamente nel territorio dei comuni di Tonara, Aritzo, Guspini, Desulo e Pattada. Si ottiene dalla lavorazione di miele, albume d’uovo, mandorle, noci o nocciole oppure, in alternativa, arachidi. Le ostie, realizzate con spessore sottile per evitare di incidere sul sapore finale, sono preparate con acqua, olio vegetale e amido di mais. Sono invece totalmente assenti zucchero, sciroppo di glucosio, canditi e altri aromi, caratteristica questa che lo diversifica dalle altre produzioni regionali, oltre al classico colore avorio dato dall’utilizzo del miele. Dalla consistenza croccante e mai gommosa, ed estremamente morbido, è un torrone di gran pregio, apprezzato dai consumatori anche per la ridotta percentuale di grassi.

Realizzato oggi con mezzi industriali, un tempo veniva lavorato, tra marzo e settembre, in maniera esclusivamente artigianale. Il miele veniva fatto scaldare in un recipiente di rame (su cheddargiu) sopra un fornello di mattoni (sa forredda) alimentato con legna di agrifoglio, che assicurava una combustione lenta e priva di fumo. Il miele, miscelato agli albumi montati a neve, veniva sottoposto a cottura per circa 4 ore. Al termine si amalgamavano le mandorle pelate e tostate, e si disponeva il composto in appositi contenitori di legno foderati con carta oleata e ostie. Una volta raffreddato, il torrone era pronto per essere tagliato e consumato.

Il Torrone di Tonara si serve per dessert, oppure adeguatamente frantumato come ingrediente di semifreddi, gelati e altre preparazioni al cucchiaio. Assolutamente da ricercare, specialmente nelle fiere e sagre dei paesi, con il venditore che taglia per te i pezzi da un blocco di notevoli dimensioni, e da gustare, specialmente in compagnia.

Il Torrone di Tonara (foto internet)

Foto presa da internet.

Le foto ed i diritti di autore sono e restano di proprietà degli autori.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *