Chia Classic 2012 – Il resoconto

Nel lunghissimo week-end di Pasqua si è concluso nel migliore dei modi il Chia Classic 2012, l’evento  multidisciplinare sportivo di turismo attivo ‘mare e terra‘ organizzato da Wave Sardegna, che nel 1990 diede vita alla prima gara professionistica in Italia di windsurf con questa manifestazione.

La manifestazione è iniziata con la ricca rassegna dei classici sport acquatici, per poi concludersi il giorno di Pasquetta con l’affollata passeggiata in Nordic Walking lungo costa da Capo Spartivento a Tuarredda e la suggestiva gara in mountain bike da Domus de Maria a Capo Spartivento.

L’evento, che quest’anno coinvolgeva ben tre comuni della Costiera Sulcitana, era iniziato Mercoledì 4 Aprile con la visita nelle scuole elementari di Capoterra e la lezione sull’ambiente tenuta dalla Surfriders Foundation tramite il suo responsabile in Sardegna.

I giorni successivi fino alla giornata di Pasqua si sono svolti di base a Nora, difronte alla locale Lega Navale, con la disputa delle gare di Stand Up Paddling del Circuito Nazionale Race della FISURF (Federazione Italiana Surfing) maschili e femminili oltre che a quelle di windsurf e skimboard.

Da Pula, la carovana dei surfisti si è spostata due volte verso le onde di  Chia (spiaggia Giudeo, spot Pipeline) per la disputa delle gare di surf da onda e SUP wave.

Intensa la giornata di Sabato 7 Aprile con la visita e il tifo in spiaggia durante le gare di windsurf e skimboard delle chearleaders della Red Flames (unica società sportiva in Sardegna di questo sport) ed il concerto-premiazione serale nella piazza centrale di Pula del gruppo ‘Evidence’ guidato da Roberto Cubeddu. Il concerto, offerto dalla amministrazione locale, è continuato fino a mezzanotte anche sotto la pioggia e con i tanti premi offerti ai vincitori da Simmer Sails, Silver Optics e Da Kine.

Il Lunedì di Pasquetta infine la parte via terra, come detto, con il Nordic Walking guidato da Silvia Talana che ha visto una quarantina di partecipanti e col bellissimo percorso delle mountain bike studiato dalla Wave Sardegna per attraversare l’antico sentiero romano tra massi di granito, rigogliosa macchia mediterranea e panorami mozzafiato sopra Capo Malfatano e Chia. Hanno tagliato il traguardo di Domus de Maria, appaiati in Piazza is Argiolas  in 1’h e 17 minuti Roberto Brusa, quartese di Massa Lombarda della società Arestis MTB e il napoletano di stanza a Oristano, Antonio Ippolito della società Vigili del Fuoco.

Soddisfatto nonostante la gran fatica l’organizzatore Pietro Porcella, Presidente della Wave Sardegna, che ha dichiarato: ” In generale questa 19° edizione del Chia Classic è andata molto bene con ben nove  gare in sei diversi sport, disputate in appena sei giorni. Questo grazie al mio staff organizzatore che ha lavorato alacremente senza pause e con un eccezionale spirito di collaborazione,e  ai tre comuni di Pula,Capoterra e Domus de Maria ed il Consorzio Costiera Sulcitana che ci hanno suppertato logisticamente. L’unico neo è stata la scarsa partecipazione alla bellissima gara di mountain bike che non è stata pubblicizzata a dovere dai negozi locali specializzati, e il non ancora definito intervento di Sardegna Promozione, il cui contributo è fondamentale per rientrare dalle anticipazioni sostenute ed il proseguio di questo evento che da più di vent’anni promuove i princìpi cardine del turismo attivo in Sardegna. Attendiamo fiduciosi quindi un loro pronunciamento e intanto programmiamo con la stessa formula la ventesima edizione del CHIA CLASSIC nella prima metà di Giugno 2013.

Ecco di seguito la cronaca delle gare nel dettaglio.

Circuito Nazionale FISURF-SUP race-SPRINT: La gara, disputata nella baia di Nora ha visto il successo di Leonard Nika (Roma – Starboard) in una entusiasmante tripla finale contro il friulano Davide Codotto (Lignano Sabbiadoro- Fanatic) su un percorso di 800 m. a otto tra due boe, dopo una partenza lanciata dalla spiaggia sotto l’arco Red Bull.

La ventina di iscritti sono stati divisi in batterie di 4 atleti con i primi due che andavano ai quarti. Dalle semifinali le sfide entusiasmanti uno contro uno  hanno determinato i seguenti risultati:

Risultati finali Sprint

1° Leonard Nika (Pomezia RM) ) Starboard BOP 12’6

2° Davide Codotto Lignano Sabbiadoro (UD)  Fanatic Fly carbon 12’6

3° Gabriele Serra   (Quartu( CA)  Quatro

4° Giuliano Cucca (Pula -CA) RRD

5° Ettore Piscitelli (Roma – RRD)

Finale SUP Women-sprint

1° Cristiana Maria Lopez (Brazil- Pula)

2° Simonetta Columbu (Cagliari)

TECHNICAL RACE FISURF: Un inarrivabile Leonard Nika (Roma) su tavola Starboard da 12’6 piedi ha superato dopo un testa a testa durato 40 minuti il friulano Davide Codotto (team Fanatic) nella seconda giornata del CHIA CLASSIC 2012, prova valida come circuito nazionale SUP della FISURF (Federazione Italiana Surf).

La gara long distance di 6 km con partenza contemporanea di tutti i partecipanti in un ‘percorso natura’ che prevedeva due giri intorno all’isolotto del Coltellazzo, posto a fianco del famoso teatro punico e doppiaggio della bandiera a terra difronte alla Lega Navale ha visto un entusiasmante testa a testa per 40 minuti dei due professionisti. Ottimo il 3° posto del 47nne Ettore Piscitelli (atleta Wave Sardegna e 1° Kauna).

Questi i risultati completi

1°  Leonard Nika (Roma- Starboard) in 39′ e 50″

2° Davide Codotto (Lignano Sabbiadoro) in 40′ e 26″

3°  Ettore Piscitelli  (Quartu), in  54′ e 4″

4° Alessandro Spingola (Cagliari) in 1 h. 01′ 12″

5°  Paolo Castello di Cagliari in 1h. 01′ 32″

Finale SUP wave a Chia (Pipeline) – Onda da mezzo metro a un metro:

 1°  Fabio Giacomini di Roma (tavole proprie e buona tecnica)

 2° Gabriele Serra di Quartu

Fabio ha superato di poco (2 giudici a 1) in una supersession di mezz’ora il local waterman Gabriele Serra che ha gareggiato con la vecchia tavola Sup wave di Zane Schweitzer usata nel Chia Classic del 2010. In mezzora Serra ha comunque preso 10 onde, tre più di Giacomini, seppur di qualità inferiore a quelle prese da Giacomini. L’ultima sua è visibile sul sito windsurfspace.com ben ripreso dall’occhio di Marco D’Alessandro.

Finale skimboard (Al meglio dei 5 lanci a Nora)

1° Giulietto Caruso (Cagliari)

2°  Umberto Manca (Roma)

3° Mattia Rigoni (Quartu)

Finale Windsurf (Match Race 1c1 a Nora)

Bellissime e combattutissime match races a 8 su due boe al meglio dei tre incontri.

1° Giuliano Cucca (Pula)

2° Alessandro Spingola (Quartu)

3° ex equo Marco D’Alessandro (Palermo) e Manuel Shubert (Quartu)

FINALE SURF DA ONDA  (Chia – Pipeline 1-1,5 m. d’onda): Una supersession di mezz’ora con tutti i cinque finalisti in gara. A sorpesa i primi due posti del podio, con il locale Danilo Zoccheddu vincitore davanti alla sorprendente Simonetta Columbu, mentre il favorito Umberto Manca è stato penalizzato dalla scelta della tavola troppo piccola. Encomiabile la presenza di due ‘Pippius’ sotto i 12 anni in finale: Giulio Caruso 11 anni   e Iron Panizza (di Magenta) di soli 7 anni.

1° Danilo Zoccheddu

2° Simonetta Columbu

3° Umberto Manca

4° Giulio Caruso

5° Iron Panizza

Chia Classic 2012

Chia Classic 2012 - I Finalisti

Red Flame Cheers

Chia Classic 2012 - Finale Sprint

Per il contributo e per le foto si ringrazia:

Pietro Porcella

Le foto ed i diritti di autore sono e restano di proprietà degli autori.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Pietro Porcella ha detto:

    Grazie, grazie, grazie. Questo è un servizio ai lettori e ai cittadini e agli sportivi…..come l’Unione Sarda dovrebbe imparare….PP

  2. vaxgelli ha detto:

    Grazie Pietro ed ancora complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *