Aspettando la sera.. Concerti al Tramonto – Konfusion

Secondo appuntamento della rassegna Jazz dell’estate cagliaritana, Aspettando la sera.. Concerti al Tramonto -Konfusion. Giovedì 9 Agosto infatti all’Exma’ si esibirà un altro quintetto straordinario guidato dal pianista cagliaritano Luca Mannutza: ritmo, swing, invenzione personale e il classico sound del gruppo bop con sassofono e tromba -rispettivamente imboccati da Paolo Recchia e Francesco Lento – e con la ritmica di Luca Fattorini al contrabbasso e Marcello Di Leonardo alla batteria.

Per l’occasione si ripeterà la formula vincente del biglietto unico (aperitivo – mostra – concerto). Dalle ore 20:00 alle 22:00 sarà possibile accedere alla Mostra con tanto di aperitivo, mentre alle 22:00 prenderà il via il concerto.

Ecco qua qualche informazione in più sui protagonisti.

Luca Mannutza: Nato a Cagliari il 22 settembre del 1968, Luca Mannutza si avvicina alla musica giovanissimo grazie al padre che gli impartisce i primi rudimenti musicali e pianistici all’età di soli quattro anni. Nel 1974 inizia privatamente lo studio del pianoforte classico per poi iscriversi cinque anni più tardi al Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari. Dal 1993 inizia ad esibirsi al fianco di alcuni dei migliori musicisti italiani tra i quali Paolo Fresu, Emanuele Cisi, Maurizio Giammarco, Bebo Ferra, Francesco Sotgiu, Steve Grossman. Nel 1999 si trasferisce a Roma dove inizia a collaborare con la cantante Susanna Stivali con cui partecipa ai concorsi Barga Jazz, Viva il jazz ed al Festival Jazz di Malta. Nel giugno 2002 vince il Premio Massimo Urbani. Nel gennaio 2003 inizia ad insegnare piano jazz al Seminario Invernale di Nuoro e successivamente piano jazz al Conservatorio di Cagliari. Ha collaborato con i migliori musicisti della scena italiana, e non (Jeremy Pelt), ed ha partecipato ai più importanti festival internazionali di jazz tra i quali Umbria Jazz, Jazz Italiano a New York, Parc Floral di Parigi. Oltre ad esibirsi in piano solo e in quintetto codiretto con Andy Gravish (Sound Advice), gira in duo con Ionata, fa parte degli High Five (con loro oltre al successo del quintetto ha condiviso anche l’ascesa di Mario Biondi), del quartetto di Roberto Gatto con il quale ha registrato “Traps” (CamJazz) e diverse altre formazioni al top del jazz italiano. “Five for Fun” per Blue Note / Emi Italia, realizzato con gli High Five è campione di incassi in Giappone. Nel 2010 realizza per Abeat il disco “Adventures trio” con la chitarra di Alessio Menconi e la batteria del grande Aldo Romano, nel quale suona esclusivamente il Fender Rhodes.

Mostra in esposizione all’Exma’: Segnare il vento, con gli occhi della mente – Sculture di Anna Saba

La mostra propone sculture prevalentemente in marmo di medie e grandi dimensioni, che appartengono a differenti momenti della produzione dell’artista Anna Saba: alcune sono state realizzate appositamente per la mostra, altre acquistano nuova vita e ulteriore valore in questo specifico contesto. L’esposizione persegue l’obiettivo di avvicinare alla bellezza artistica le persone non vedenti e ipovedenti. I visitatori potranno toccare tutte le opere in mostra, attraverso un percorso che mira ad abbattere ostacoli fisici ed emotivi.

Info e prenotazioni Associazione Culturale Shannara: 0704513957 / info@shannaraspettacolo.it

Informazioni mostra: www.camuweb.it

Luca Mannutza

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *