Autunno in Barbagia a Teti

Dal 30 Novembre al 2 Dicembre 2012 il paese barbaricino di Teti ospiterà Autunno in Barbagia 2012. Teti è un piccolo comune della Barbagia di Ollolai che conta poco più di 700 abitanti. Questo paese barbaricino è ricco di storia ed il suo territorio risultava già occupato sia nel periodo prenuragico che in quello nuragico. A testimonianza di questo ci sono diversi ritrovamenti archeologici molto importanti, tra cui spicca  il Santuario Nuragico di Abini, il sito principale della zona, che è un importante area archeologica che doveva essere un santuario federale degli antichi sardi.

Per la tappa di Teti la manifestazione di Autunno in Barbagia è dedicata a Sos iscusorzos de Teti, ovvero ai luoghi fisici e/o immaginari che rappresentano le sue valenze storico culturali più importanti ovvero l’Archeologia, alla quale verrà riservato un trattamento speciale in virtù dell’importanza che la stessa riveste per questo paese, la Gastronomia che vanta, in alcuni ambiti, delle eccellenze a livello regionale, le tradizioni e l’ospitalità.

Ecco il programma completo della manifestazione:

VENERDÌ 30 NOVEMBRE 2012

Ore 16.00 – Apertura Cortes e inaugurazione Manifestazione ”Sos Iscusorzos de Teti”.

Saluto dell’Amministrazione comunale, degustazione di prodotti tipici.

SABATO 1 DICEMBRE 2012

Ore 9.00 – Apertura Cortes: degustazione prodotti locali.

Ore 15.00 – Convegno-dibattito presso il Museo Archeologico, a cura del Dr. Matteo Tatti.

Partecipano:

  • Nadia Canu, Antonello Farina, Eliana Natini (Soprintendenza Beni Archeologici Provincie di Sassari e Nuoro): ”Le attività della Soprintendenza”;
  • Anna Depalmas (Università di Sassari): ”Eroi, Spiriti e Tesori: Abini, Storia di una scoperta”.
  • Matteo Tatti, (Archeologo): ”L’Archeologia nel territorio di Teti: gli eroi di bronzo di Abini”;
  • Fabrizio Delussu (Museo Archeologico Dorgali): ”La romanizzazione della Barbagia”.

Ore 16.00 – Accensione falò – Inizio rappresentazione ”Sos Iscusorzos de Teti”… come tutto ebbe inizio… il rinvenimento dei Bronzi di Abini, con la partecipazione delle maschere tradizionali Barbaricine, Gruppi folk, Cori e Organettisti locali.

Ore 19.00 – Degustazione in piazza offerta dai gruppi venatori locali, esibizione fino alle 24.00 dei Cori polifonici, Gruppi folk, Organettisti e Artisti locali per le vie del paese.

SABATO 1 E DOMENICA 2 DICEMBRE

Ore 09.30 – ”Antichi mestieri”:

  • Sa cotta ‘e su pane fresa; Bufulitu, bastone e altri dolci tipici.
  • Prodotti dell’alveare: miele biologico certificato, melardente.
  • Pasta fresca; Latte e derivati.
  • I prodotti dell’orto, del frutteto e del bosco.
  • Prodotti del maiale.
  • Vini e liquori artigianali.
  • Laboratorio artigianale del ricamo.
  • Maschere e sculture in legno.
  • Laboratorio orafo – ceramista.
  • Lavorazione terracotta.
  • Riproduzione oggetti della civiltá nuragica.
  • Pietre ornamentali; Cesti artigianali.
  • L’arte tintoria, uso tradizionale specie vegetali mediterranee.
  • Sartoria artigianale, confezione abiti in velluto su misura.
  • Lavorazione pelle scarpe su misura, borse e oggettistica in pelle.
  • Sculture in legno, artigianato tipico – miniature.
  • Lavorazione sughero: arredo e oggettistica.

Dalle ore 9,30 alle ore 16,30 i Bus navetta accompagneranno i visitatori in un percorso culturale/ambientale, dal Museo Archeologico al Villaggio nuragico di S’Urbale al Parco comunale di San Sebastiano.

DOMENICA 2 DICEMBRE 2012

Ore 9.00 – Apertura Cortes – degustazione prodotti locali.

Ore 09.30 – Mostra espositiva e Laboratorio di Archeologia sperimentale: ”Ipotesi sui vari materiali e tecniche di lavorazione utilizzate per la fusione del bronzo e forgiatura dei bronzetti nuragici” – a cura dello scultore e ricercatore Pietro Longu. Assistenti fusori A. Muggeri e A. Mascia.

Ore 10.00 – ”Pintadera, Pintapane, Pintacara, Pintatela”: Studi sui possibili usi della Pintadera di Teti – a cura dei ragazzi del servizio civile – locali Museo Archeologico.

Ore 11.00 – Convegno ”I Magisteri costruttivi nuragici”
Arch. Noemi Cappai: ”Introduzione all’Archeo-Metallurgia del Bronzo”.
Dr.ssa Chiara Longu (storica dell’arte) e Dr. Matteo Tatti (Archeologo): ”Il Demone guerriero e la Sciamana” – Ipotesi della fusione bronzea al tempo di Abini e S’Urbale.

Ore 15.00 – Laboratorio di Archeologia sperimentale: fusione e colata del bronzo, creazione del Demone di Abini – a cura del ricercatore Pietro Longu. Locali Museo Archeologico.

Ore 16.00 – Accensione Falò – Inizio rappresentazione ”S’Iscusorzu de Teti”… come tutto ebbe inizio… il rinvenimento dei bronzi di abini – con la partecipazione delle maschere tradizionali barbaricine, gruppi folk, cori e organettisti locali.

Ore 17.00 – ”Ballu a Ifferrere” (tradizionale Tetiese) intorno al falò.

Autunno in Barbagia 2012 a Teti – Dal 30 Novembre al 2 Dicembre

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *