Rocce Rosse Blues 2012 – Winter’s Edition: Nina Hagen a Cagliari

Domani, Martedì 4 Dicembre 2012, prenderà il via il Rocce Rosse Blues 2012 – Winter’s Edition. Il primo appuntamento in programma è uno dei più attesi di questa edizione invernale e porterà sul palco Nina Hagen, una delle voci più straordinarie dagli anni ’80 ad oggi. L’appuntamento è fissato per le ore 21,00 al Teatro Lirico di Cagliari dove Nina si esibirà nell’unica ed imperdibile data italiana del suo tour internazionale. Con lei saliranno sul palco quattro fantastici musicisti per un live incandescente tra i nuovi e gli storici brani blues, rock, funk e soul, gospel, jazz e swing, pop e HipHop, techno, reggae e ska, con Warner Poland alla chitarra, Marcellus Puhlmann alla batteria, Fred Sauer alle tastiere e Michael Ryan al basso. Un concerto irripetibile, indimenticabile, in cui non mancheranno naturalmente in scaletta i vecchi e intramontabili successi.

Nina Hagen, artista tedesca nata a Berlino nel 1955, è conosciuta in tutto il mondo per la sua voce unica, versatile, e la sua personalità eccentrica (ama mostrarsi in pubblico con look sempre diversi), provocatoria e dalla multiforme personalità artistica, dalla fine degli anni ’70 non si è mai fermata planando su punk, rock, jazz. Le sue canzoni sono ironiche e graffianti e mostrano testi con idee femministe e spesso di contestazione politica verso il regime sovietico. Come gli scandali negli anni ottanta, quando, ospite nella trasmissione televisiva austriaca Club2, dimostra al pubblico sbalordito diverse tecniche relative alla sessualità femminile. Oppure quando ha riproposto in lingua tedesca Wenn ich ein Junge wär (Se fossi un ragazzo), una canzone portata al successo da Rita Pavone (al primo posto per varie settimane nelle hit parade tedesche) in Germania negli anni sessanta, rivisto da lei però con un testo femminista al quale cambiò l’ultima strofa da (tradotto): “Se fossi un ragazzo tutto sarebbe più facile” a “Se fossi un ragazzo avrei più rapporti (sessuali)”. Nina ha suscitato molto scalpore anche negli anni novanta quando ha rivelato di credere agli UFO, di interessarsi all’esoterismo e di ispirarsi ai movimenti religiosi orientali. Dopo tre decenni di successi (tra i quali il celebre “NunSexMonkRock” l’album del 1982), oggi con il suo penultimo progetto di straordinaria profondità dal titolo “Personal Jesus” (2010), atterra sulle sue prime origini musicali che si rifanno al gospel americano e che abbracciano la sua recente conversione cristiana in pieno stile “Nina Hagen”, come lei stessa dichiara: “…..Io sono musicista e cantante, per tutta la vita ho abbracciato le radici del gospel americano e la musica rock. Se ascolti  un pò’ tutti  i miei dischi sentirai che  a 18 anni già facevo molte canzoni gospel, come ad esempio i Mahalia Jackson-Hits, Right on Time, Gonna Live the Life, Hold me… Ave Maria, Spirit in the Sky…..”. Il suo ultimo album “Volksbeat” è del 2011, un disco in cui la cantante berlinese canta in lingua tedesca, cosa che non accadeva sin dalla metà degli anni ’80.

Per maggiori informazioni: Rocce Rosse Blues

Nina Hagen in concerto a Cagliari il 4 Dicembre 2012

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *