Visita alla città di Cagliari: cosa non perdersi

Cagliari è da sempre considerata come il centro sia commerciale che economico della Sardegna, ma è anche una meta a forte vocazione turistica che ogni anno attrae moltissimi visitatori sia dall’Italia che dall’estero. Ricca di eventi culturali, di tesori artistici e di moltissime bellezze naturali, Cagliari riesce a conquistare con il suo fascino inconfondibile e con la sua calda ospitalità.

Ottimamente attrezzata dal punto di vista ricettivo, con numerosi e confortevoli hotel Cagliari sul mare, la città è facilmente raggiungibile grazie all’esistenza di moltissime vie di collegamento sia navale che aeree dalle principali città italiane.

Per quanto concerne il clima, Cagliari, come la maggior parte delle località del sud della Sardegna, beneficia di un clima secco, caldo e ben ventilato con temperature che nei mesi estivi raggiungono i 30°, mentre in primavera si attestano tra i 20 e i 25°.

Dal punto di vista artistico e culturale, la città si può dividere in due versanti; il primo è il Castello, noto con il nome di Su Casteddu, una specie di cittadella sopraelevata che domina il resto della città e tutta la zona del porto. L’attrazione principale di questa zona è la Cattedrale, la cui storia ha avuto inizio nel lontano 13esimo secolo quando venne eretta in uno stile prettamente pisano. Nei secoli successivi le tante vicissitudini accorse alla città hanno portato anche ad una radicale trasformazione di questo edificio, nel quale sono ben visibili evidenti influssi barocchi. Sempre nella zona del Castello è comunque possibile visitare anche la Cittadella dei Musei, che eredita il suo nome proprio dal fatto di ospitare ben quattro musei, tra i quali vale certamente la pena ricordare il Museo Archeologico Nazionale, presso il quale sono conservati molti reperti provenienti dai principali scavi archeologici della regioni quali ad esempio Tharros e Nora. Degni di nota sono comunque anche la Pinacoteca Nazionale, la Collezione delle Cere e il Museo Cardu.

Spostandosi verso la zona nord dell’area universitaria ci imbattiamo nei resti dell’Anfiteatro Romano, il quale è stato costruito scavando la struttura all’interno della roccia; qui sono ancora oggi visibili la Cavea e le fosse dove un tempo erano tenute le belve.

Man mano che si scende nella zona bassa della città ci si imbatte in un altro edificio religioso di grande importanza, ovvero la Chiesa di Ss. Cosma e Damiano, conosciuta anche con il nome di chiesa di S. Saturno.

Cagliari: escursioni nei territori limitrofi

Cagliari, oltre ad essere una città di mare e di arte è anche un eccellente punto di partenza per visitare le zone limitrofe, compiendo magnifiche escursioni in alcune delle aree più affascinanti del territorio sardo.

Tra le numerose escursioni che è possibile praticare partendo da Cagliari, si consiglia agli appassionati di birdwatching una gita allo Stagno di Molentargius, magnifica zona situata a est della città. Oltre a questa esistono altre zone umide nei dintorni davvero interessanti, ovvero lo Stagno di Quartul lo StainiSimbrizzi e lo stagno di S. Giulia con le saline.

Se invece volete godere appieno della bellezza del mare di Cagliari, vi consigliamo di compiere una lunga escursione lungo il tratto di cosata compreso tra Cal Mosca, nei pressi di S. Elia, e Margine Rosso, dove potrete trovare anche la magnifica spiaggia di Quartu.

Sant'Efisio di Stampace - Cagliari

Sant’Efisio di Stampace – Cagliari

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *