Giornate FAI di Primavera in Sardegna – 22 e 23 Marzo 2014

Sabato 22 e Domenica 23 Marzo 2014 avrà luogo la XXII Edizione delle Giornate FAI di Primavera, un evento che dalla sua prima edizione ad oggi ha coinvolto oltre 7 milioni di italiani che quest’anno vedrà l’apertura straordinaria di oltre 750 luoghi in tutta Italia, con visite straordinarie a contributo libero. La Sardegna, con il suo grande patrimonio culturale ed artistico, è sicuramente una delle regioni più visitate nel panorama italiano grazie ai siti particolari, spesso inaccessibili, che eccezionalmente potranno essere ammirati dal pubblico durante il weekend delle Giornate FAI di Primavera.

Saranno quindi due giorni dedicati alla scoperta del patrimonio culturale ed artistico della Sardegna, immersi tra aree archeologiche, percorsi naturalistici, borghi, giardini, chiese, musei, castelli e molto altro. A fare da guida ai visitatori nel corso delle Giornate FAI di Primavera ci saranno gli Apprendisti Ciceroni, ovvero gli studenti delle scuole che dopo essersi preparati con l’aiuto dei loro insegnanti e dei Delegati FAI, illustreranno ai visitatori gli aspetti storici ed artistici dei beni aperti, trasformandosi appunto in Apprendisti Ciceroni.

Anche quest’anno gli iscritti al FAI (ma anche chi si iscriverà durante le Giornate di Primavera) potranno godere di visite esclusive ed avranno delle corsie d’accesso preferenziali, perché iscriversi al FAI è un gesto civile e al tempo stesso un “privilegio”.

Ma vediamo cosa si potrà visitare in Sardegna il 22 ed il 23 Marzo 2014, tra “chicche” ed “ingressi esclusivi”.

Tra le “chicche” della Sardegna troviamo:

IN PROVINCIA DI CAGLIARI

Cagliari: Museo Archeologico Nazionale; Cittadella dei Musei (Luogo normalmente chiuso al pubblico)

MONT’E PRAMA E IL POTERE DELLE IMMAGINI. 1974/2014 PUGILATORI, ARCIERI, GUERRIERI E NURAGHI: LA SCOPERTA DELLA STATUARIA MONUMENTALE DELLA CIVILTÀ NURAGICA

Inaugurazione dell’allestimento temporaneo “Mont’e Prama 1974-2014”, apertura al pubblico della anteprima del Sistema Museale di Mont’e Prama che sarà organizzato su tre poli museali di Cagliari, Cabras e Sassari e che sarà completato nel 2015. Le sculture nuragiche di Mont’e Prama sono la più grande novità dell’archeologia sarda degli ultimi decenni. La complessità e la rilevanza euro-mediterranea del fenomeno scultoreo di Mont’e Prama richiedono l’elaborazione di un progetto culturale di valorizzazione di livello qualitativo pari alle più importanti imprese museali mondiali degli ultimi tempi. Il nuovo sistema museale proposto dal MIBACT e dalla Regione Sardegna corrispondono a questo obbiettivo e le mostre inaugurate dalla GFD 2014 costituiscono un anteprima eccezionale.

IN PROVINCIA DI NUORO

Nuoro: Monte Ortobene, alla riscoperta di antichi sentieri

Il Monte Ortobene è luogo di memoria storica dell’intera comunità Nuorese e dei tanti pellegrini che ogni anno lo visitano in occasione della sacra processione al Redentore. Nonostante sia una montagna apparentemente molto nota, nasconde nei suoi molti recessi una infinità di testimonianze del passato, sconosciute ai più, legate alla millenaria vita preistorica e pastorale di questi luoghi. Il sentiero presentato percorre un anello che parte dalla sorgente di Sa Radichina, una delle tante storiche del rilievo, e transita accanto a due delle cime più panoramiche del Monte: P.ta Passivale e P.ta Pala ‘e Casteddu, ai piedi delle quali stanno degli enormi accumuli di massi granitici, i caotici “nodos”, scolpiti dall’erosione. Tra i macigni sono nascoste “sas concas”, le grotticelle naturali in tafone che hanno ospitato, nei secoli, la vita in questi luoghi.

IN PROVINCIA DI SASSARI

Sassari: Carcere San Sebastiano (Luogo normalmente chiuso al pubblico)

A Sassari, ancora a metà dell’Ottocento, le carceri erano al centro dell’abitato, contigue al palazzo del duca che a lungo ha amministrato la giustizia. Una presenza insopportabile per i cittadini che se ne lamentavano già nel XVII secolo, preoccupati per le condizioni igieniche e i rischi per la salute (la loro salute: non quella dei disgraziati reclusi). Il dibattito sul regime carcerario ha condotto alla ricerca di una idonea tipologia. Vi concorre l’idea di riformare i metodi punitivi (i vincoli fisici come le catene), e insieme il bisogno di economizzare nella custodia dei detenuti. Ovvio che si preferisca il modello panottico promosso dai fratelli Bentham, in grado di soddisfare la necessità di un efficace controllo sui reclusi da un solo punto di vista. Attualmente il carcere di S. Sebastiano, perfettamente inglobato nel centro cittadino e anche per questo considerato ormai superato e addirittura invivibile, non ospita più detenuti, trasferiti a luglio 2013 nella moderna struttura di Bancali appena fuori dal perimetro della città di Sassari. Nella città si è dunque aperto il dibattito su come recuperare gli enormi spazi ormai vuoti, di pari passo con la constatazione che un secolo e mezzo fa Sassari era stata in grado di dotarsi di un impianto urbanistico al passo con l’Europa con strutture quali l’Ospedale, il Palazzo della Provincia, il Teatro Politeama, la Stazione Ferroviaria, la Caserma Lamarmora, il mattatoio, il Manicomio. Anche al fine di vivacizzare il dibattito su questi temi il FAI propone la visita di un monumento così importante e carico di significati.

Perfugas (SS): Pozzo Sacro di Predio Canopoli

Tra gli ingressi esclusivi in Sardegna troviamo:

A Nuoro: Sa Radichina – Punta Passivale e Pala’ e Casteddu
Sabato 22, ore 15.00, visita guidata riservata agli iscritti FAI, a cura di esperti
Domenica 23, ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00: apertura a tutti

A Sassari: Carcere San Sebastiano
Venerdì 21, ore 17.00: anteprima della visita riservata agli iscritti FAI
Sabato 22 e domenica 23, ore 10.00 – 18.00: apertura a tutti

Giornate FAI di Primavera in Sardegna – 22 e 23 Marzo 2014

Giornate FAI di Primavera in Sardegna – 22 e 23 Marzo 2014

Vi rimandiamo al Sito Ufficiale del FAI per:

I luoghi aperti in Sardegna

Scaricare la nuova App gratuita del FAI

Giornate FAI di Primavera in Sardegna – 22 e 23 Marzo 2014

Giornate FAI di Primavera in Sardegna – 22 e 23 Marzo 2014

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *