Autunno in Barbagia 2014 a Desulo – Dal 31 Ottobre al 2 Novembre

Sarà un altro weekend ricco di appuntamenti quello di Autunno in Barbagia 2014 che farà tappa anche nel paese barbaricino di Desulo, dove da sempre la manifestazione viene associata a “La Montagna Produce” che giunge quest’anno alla sua XXIV edizione. La manifestazione è organizzata dal Comune di Desulo e dal Centro Commerciale Naturale Gennargentu, con la preziosa collaborazione di numerose associazioni culturali, dei commercianti e degli artigiani del paese.

La rassegna “La Montagna Produce” promuove i prodotti tipici del territorio, pertanto uno spazio privilegiato viene riservato ai produttori di Desulo nel piazzale delle scuole elementari, dove nel 1991 nacque “La Montagna Produce” che da alcuni anni è entrata a far parte del circuito Autunno in Barbagia, gestito e promosso dalla Camera di Commercio di Nuoro. Desulo non ha abbandonato le peculiarità che l’accompagnano da 24 anni, ed infatti le Cortes Apertas desulesi si contraddistinguono per aver sempre lasciato largo spazio ai prodotti e all’artigianato provenienti dal resto dell’isola. In quest’ottica, all’interno del caseggiato scolastico sarà possibile ammirare mostre provenienti dai diversi angoli della Sardegna.

Il centro storico di Issiria sarà quest’anno il protagonista della manifestazione, con le sue vecchie case, cortes apertas e storie di transumanza. La parte antica del rione sarà animata dalla popolazione in abito tradizionale e dagli artigiani. Riproposizioni di immagini di vita del passato, esposizioni di varia natura e richiami alla dura vita del pastore animeranno strade e piazze. In questo scorcio del paese si erge maestosa la vecchia Chiesa di Sant’Antonio Abate, che sarà teatro durante i tre giorni di importanti appuntamenti culturali. Tra questi, un’attenzione speciale merita il Premio Letterario della Montagna Montanaru, giunto alla sua XXIII edizione, previsto per Sabato 1 Novembre.

Durante questa tre giorni, balli e canti della Sardegna confermeranno una tradizione che resiste alle sfide globali, gruppi folk e cori polifonici si esibiranno itineranti per favorire l’aria di festa. Per la sera di sabato 1 novembre è prevista la Seconda Rassegna dell’Organetto e del Folklore che percorrerà tutto il paese per concludersi nella nuovissima piazza che fiancheggia la vecchia Chiesa di Sant’Antonio Abate. Domenica mattina, in attesa del gemellaggio tra il Comune di Iglesias e il Comune di Desulo, l’unione dei due paesi verrà suggellata dalle esibizioni degli sbandieratori e del gruppo folk della città di Iglesias e di Desulo. Spettacoli musicali, a cura dell’Associazione Brincamus, saranno realizzati lungo tutto il paese per accompagnare e allietare i visitatori.

Desulo è un comune di 2.451 abitanti che fa parte della Barbagia di Belvì. Situato a 890 metri sul livello del mare, Desulo è circondato da boschi di castagni e noccioli che creano scenografiche distese di colori che si trasformano ad ogni stagione: dai toni chiari e delicati della fioritura al giallo, arancio e rosso delle foglie secche. Ancora oggi a Desulo è possibile ammirare i bellissimi abiti tradizionali in orbace rosso, finemente ricamati, indossati nelle occasioni e nelle feste principali. La grande importanza della cultura pastorale è testimoniata dai numerosi rifugi tra le montagne, le caratteristiche pinnettas: capanne circolari in pietra ricoperte da fasci di legna e cortecce di sughero che ricordano le antiche architetture nuragiche .

Nel territorio di Desulo non mancano i segni del passaggio nel tempo delle varie civiltà. Troviamo infatti in diverse zone i resti delle costruzioni dell’età del Bronzo. A Genna de Ragas e Sa Tanca Manna si conserva traccia dei villaggi e del nuraghe Girgini, mentre a Sa Tanchitta sono ben visibili diverse sepolture tra cui la tomba dei giganti di Sa Sedda de Sena con una camera funeraria di circa 10 m probabilmente riadattata su una struttura più antica. Altri nuraghi si trovano a pochi chilometri dal paese: quello di Calavrige e quello di Ura de sole, il più alto in quota di tutta la Sardegna, collocato sul monte Bruncu Nurage a 1331 metri di altitudine. L’originaria maestosità del monumento si intuisce dalla presenza delle tracce di ben tre torri. Ulteriori testimonianze delle civiltà che si stabilirono in queste terre durante la preistoria si trovano in località S’Iscra (grotte, resti di mura e sepolture) e a Occili, al confine con Belvì, dove si possono visitare due domus de janas.

Per avere maggiori informazioni sul paese di Desulo è possibile visitare la pagina ad esso dedicata dal sito ufficiale di Autunno in Barbagia: Desulo – Cuore della Sardegna

Abbiamo storie per gustare i sapori della montagna e ammirare i colori della tradizione.
Scoprite le botteghe artigiane, le case in pietra e gli scorci senza tempo del nostro borgo.

Autunno in Barbagia 2014 a Desulo

Autunno in Barbagia 2014 a Desulo – Mappa

Ecco qua di seguito i programma completo della manifestazione:

Venerdì 31 Ottobre 2014

Ore 10:00 – Centro storico rione di Issiria. Inaugurazione del viaggio nel passato, nella storia e nella cultura del centro storico di Issiria, da secoli il rione dei pastori transumanti. Il centro storico sarà riportato in vita dalla popolazione che, in abito tradizionale, riproporrà scene di vita quotidiana di un paese montano.
Ore 10:00 – Caseggiato scolastico. Inaugurazione della fiera dei prodotti tipici della montagna e delle mostre.
Ore 18:30 – Antica Chiesa di Sant’Antonio Abate. Festival “Entula” a cura dell’Associazione Liberos. Presentazione del libro “I figli della Repubblica. Un’invettiva” con la partecipazione dell’autore Maurizio Maggiani, presentato da Lucia Cossu.

Sabato 1 Novembre 2014

Ore 10:00 – Centro storico rione di Issiria. Viaggio nel passato, nella storia e nella cultura del centro storico di Issiria, da secoli il rione dei pastori transumanti. Il centro storico sarà riportato in vita dalla popolazione che, in abito tradizionale, riproporrà scene di vita quotidiana di un paese montano.
Ore 10:00 – Caseggiato scolastico. Apertura della fiera dei prodotti tipici della montagna e delle mostre.
Ore 16:00 – Antica Chiesa di Sant’Antonio Abate. PREMIO LETTERARIO DELLA MONTAGNA “MONTANARU”
Ore 16:30 – Presentazione del M.M.M. Museo Multimediale Montanaru a cura di Francesco Casu.
Ore 18:00 – Premiazione dei vincitori.
Ore 19:30 – Serata Musicale “Cantando Montanaru”.
Ore 16:30 – Chiesa Santa Croce. Rappresentativa delle Prioresse di Desulo. Partenza Chiesa S. Croce, via G. Zanda, via Lamarmora, piazza De Gasperi e conclusione in parrocchia.
Ore 18:30 – Piazza Sant’Antonio Abate. “Seconda Rassegna dell’Organetto e del Folklore a Desulo”. Esibizione itinerante di suonatori di organetto e balli sardi, che si concluderanno nel piazzale delle scuole elementari.

Domenica 2 Novembre 2014

Ore 10:00 – Centro storico rione di Issiria. Viaggio nel passato, nella storia e nella cultura del centro storico di Issiria, da secoli il rione dei pastori transumanti. Il centro storico sarà riportato in vita dalla popolazione che, in abito tradizionale, riproporrà scene di vita quotidiana di un paese montano.
Ore 10:00 – Caseggiato scolastico Apertura della fiera dei prodotti tipici della montagna e delle mostre.
Ore 16.00 – Antica Chiesa di Sant’Antonio Abate Presentazione del Cd “Muttos d’ennargentu” di Davide Peddio. Convegno Studio regionale “La musica ed il canto nei muttos di Montagna”.
Partecipano: Francesco Giannattasio, Docente di Etnomusicologia – Università di Roma; Paolo Bravi, Studioso universitario di antropologia musicale; Marco Lutzu, Studioso universitario di etnomusicologia; Costantino Casula, Poeta; Moderatore: Prof. Salvatore Liori;
A seguire canti e musica dei poeti a muttos. Presenta la serata: Ottavio Nieddu
Ore 20:00 – Chiusura de La Montagna Produce 2014.

Autunno in Barbagia 2014 a Desulo

Autunno in Barbagia 2014 a Desulo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *