Sardegna in Autunno, l’Ogliastra fra le mete più visitate

Negli ultimi tempi, la Sardegna si è confermata come una meta gradita dal turismo anche ben oltre il periodo estivo, forte di stagioni come primavera ed autunno in cui le temperature si mantengono miti, il che non preclude nessun tipo di meta per una vacanza in bassa stagione, dalle zone costiere alle località di montagna. Infatti, si è potuto notare come recentemente le località dell’entroterra isolano stiano diventando una meta gradita a diversi turisti, conferendo alla Sardegna un interesse turistico che non si limita più alle meravigliose spiagge, che comunque continuano ad issare l’isola ai primi posti tra le mete preferite dai turisti in scala nazionale.

Tra i luoghi più visitati in questo periodo dell’anno in Sardegna, l’Ogliastra si conferma una delle mete predilette dai turisti. D’altronde, la regione orientale è in grado di offrire ogni tipo di paesaggio e bellezza naturalistica ai suoi visitatori, con la presenza di spiagge meravigliose accompagnate da località come Cardedu, Bari Sardo o Tortolì che offrono ogni tipo di comfort a ridosso delle coste. Oltre alle località marittime, l’Ogliastra può vantare anche un affascinante entroterra, in cui è possibile ammirare la cultura e la tradizione sarda, tra città e piccoli comuni in cui il tempo sembra non trascorrere mai.

Questi aspetti caratterizzano la regione ogliastrina, e col passare delle stagioni hanno attirato sempre più visitatori. A conferma di questo aspetto, recentemente l’hotel Tanca, nei suoi dati relativi alle presenze stagionali, ha evidenziato come le presenze siano in costante aumento, anche oltre ai classici periodi in cui si registrano i picchi di visite. Infatti, come indicato anche dal sito dell’ansa, sempre più italiani, avendone la possibilità, scelgono periodi alternativi per le proprie vacanze, e l’Ogliastra è in grado di offrire numerose attrattive anche in questi periodi, col vantaggio di non trovare strutture e mete sovraffollate dalla ressa che si crea, principalmente nel periodo di Ferragosto.

Tra i luoghi di interesse nella regione ogliastrina, l’entroterra offre numerose mete, tra città culturali come Lanusei, che con i suoi musei racconta al meglio la storia del passato della regione, oppure la possibilità di visitare località come Gairo Vecchia, paese abbandonato dagli anni ’50 a seguito di un’alluvione che costrinse gli abitanti a spostarsi in una località più a valle. Infatti, così come è facile raggiungere le località marittime, è altrettanto facile arrivare in zone di montagna, con la vicinanza del Massiccio del Gennargentu, in cui l’omonimo Parco Naturale risulta essere una grande attrattiva turistica.

Inoltre, visitando le aree in cui la natura è rimasta incontaminata, si ha l’opportunità di vedere esemplari di flora e fauna tipici della Sardegna, con specie che trovano il loro habitat ideale nella natura selvaggia e influenzata prevalentemente dalla macchia mediterranea.

Non ultima attrattiva, la presenza di diversi siti archeologici in grado di testimoniare il passato dell’isola risalendo sino alla preistoria. Infatti nella regione ogliastrina, si possono ammirare diversi reperti della civiltà nuragica, con nuraghi, domus de janas e tombe dei giganti, spesso conservate in ottimo stato.

L’Ogliastra, quindi, si conferma come una delle mete preferite dai turisti in Sardegna, forte di un bagaglio culturale e naturalistico che permette di mantenere intatto il suo fascino per tutto l’anno, tra bellissime e rinomate spiagge e un entroterra suggestivo e intrigante, per una vacanza indimenticabile, qualunque sia il periodo dell’anno.

Cala Sisine - Ogliastra (foto Wikipedia)

Cala Sisine – Ogliastra (foto Wikipedia)

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Vacanze ha detto:

    La Sardegna è meravigliosa e sarà sicuramente vi affascinerà con i suoi panorami unici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *