Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia – A Urzulei il 9 e 10 Maggio 2015

Nel quarto weekend dell’edizione 2015 di Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia la manifestazione si sposta ad Urzulei, in Ogliastra, dove Sabato 9 e Domenica 10 Maggio 2015 sarà possibile scoprire le bellezze naturali e il patrimonio storico e artistico di questo paese ogliastrino. Ancora una volta i visitatori potranno vivere un’esperienza di intense emozioni, andando alla scoperta della memoria e dell’identità della Sardegna che rivivono nei sapori e nell’incontro delle persone, che con maestria custodiscono l’arte degli antichi mestieri ed i saperi di grande fascino.

Per due giorni Urzulei offre il meglio della sua semplicità dove gustare ottimi cibi, visitare l‘unico museo itinerante della Sardegna, ammirare un artigianato unico e godere di una natura incontaminata, il centro storico, i suoi murales simili a finestre proiettate nel passato, le vie acciottolate, le chiese seicentesche, i manufatti artigianali tra i quali esclusivi coltelli, arazzi e tappeti, opere lignee, in pelle e soprattutto i cestini in asfodelo.

Urzulei è un comune di 1.326 abitanti della provincia dell’Ogliastra. Il paese, che fa parte del vecchio progetto del Parco del Gennargentu, si trova a 511 metri sul livello del mare, in un territorio caratterizzato prevalentemente da montagne impervie di tipo calcareo dette Supramonte, ricche di boschi, lecci e lentischi. Proprio su questo massiccio calcareo è da segnalare la presenza di imponenti canyon e gole. Tra queste, al confine tra Urzulei e Orgosolo, si estende quella di Gorropu, che con i suoi 490 metri di profondità e ben 1,5 chilometri di lunghezza è considerata tra le gole più profonde d’Europa. Un’altra gola molto conosciuta è S’Ingurtidorgiu de Orbisi, dove durante le abbondanti piogge invernali vi convogliano le acque provenienti dal bacino del Supramonte di Urzulei e dalle montagne di Talana. Le piene torrentizie dopo aver percorso circa 3 km all’interno dell’omonima grotta, riaffiorano in superficie formando una cascata alta circa 70 metri chiamata Su Cunnu e s’Ebba e, circa un chilometro più a valle, la cascata conosciuta come Sa Giuntura. Oltre queste, sono state censite altre importanti grotte tra cui: Sa Rutta e S’Edera, Su Sammucu, Sa Mela, S’Orale e Su Mudrecu, Su Colostrargiu, Nurra Sos Mufrones, Inghiottitoio S’Iscra Olidanesa, Su Crabargiu. Ma Urzulei non finisce qui, le sue peculiarità proseguono nel magnifico villaggio nuragico di Or murales, che incanta con le sue molteplici casette circolari attraverso le quali è possibile tornare indietro nel tempo.

Urzulei è anche un paese ricco di storia ed antiche tradizioni, che vengono tenute in vita nonostante un progresso sempre più incalzante. Un esempio su tutti è sicuramente la lavorazione dell’asfodelo, un particolare tipo di pianta, da cui si ottengono magnifici cestini un tempo di utilizzo quotidiano che oggi sono delle vere e proprie opere d’arte. Tra le altre cose, il visitatore non deve lasciarsi sfuggire l’occasione di visitare le numerose chiese presenti nel territorio. Tra queste: San Giovanni Battista, San Giorgio Vescovo, Sant’Antonio da Padova, San Basilio Magno e la Chiesa dell’Angelo. In procinto di apertura anche il “Polo museale nell’antico borgo di Lorischina” dove, in ogni singola abitazione, è ricostruita una rappresentazione di ambienti e mestieri un tempo diffusi ad Urzulei.

Uno dei punti di forza di Urzulei è anche la prelibatezza dei ricchi piatti tipici , tra i quali i culurgiones con patate e formaggio, i maccarrones imbodiaos (spaghetti immersi in un’ottima crema di formaggio), il rinomato prosciutto oppure il caglio di capretto. Una girandola di sapori dai tratti inconfondibili che rende la cucina ogliastrina rinomata in tutta l’isola.

Per avere maggiori informazioni sul bellissimo paese di Urzulei potete visitare la pagina ad esso dedicata dal sito ufficiale della manifestazione: Urzulei – Cuore della Sardegna

Ecco qua di seguito il programma completo di Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia a Urzulei:

Sabato 16 Maggio 2015
11:00 Apertura presso l’antico rione di LORISCHINA con le sue case riportate alla vita scopriamo il museo “Andelas de memoria” e la sua magica atmosfera: al di là di ogni singolo uscio la sorpresa di tornare indietro nel tempo. In un attimo la sensazione di vivere la vita dei nostri avi e la percezione di sentire gli stessi profumi di allora: un emozione unica.
Nel centro storico: La casa del pluripremiato pittore Gianni Muntoni con i suoi splendidi dipinti
La Casa Nuragica: le fedeli riproduzioni dei bronzetti nuragici dell’artigiano Uccheddu
La Casa delle Zucche: le particolari creazioni di zucca dell’hobbista Tendas
La Casa delle Api
La Casa del Sapone
11:00 Apertura del forno del pane carasau
16:00 La smielatura

Domenica 17 Maggio 2015
10:00 Apertura
Il coro polifonico OGLIASTRA allieterà con il suo canto le vie del paese
10:30 L’arte dell’intreccio: maestre cestinaie mostreranno con destrezza come l’asfodelo può trasformarsi in un opera d’arte
11:00 Apertura dei forni
16:00 Nel rione di Lorischina la ferratura dei buoi

Arricchirà il tutto un percorso enogastronomico dove cibi genuini dall’antico sapore sapranno sorprendervi e deliziarvi con piatti esclusivi della tradizione. Una girandola di sapori irresistibili e un’arte culinaria appresa dal passato e ancora immutata. Per gli appassionati di trekking ed escursioni da non perdere gli affascinanti itinerari proposti dalle guide locali: dal Canyon di Gorroppu ai mille tesori di una natura incontaminata mentre per le famiglie si aprono le porte dell’oasi faunistica “il cervo sardo” con i vicini “barraccos”, l’antico villaggio nuragico di “or murales” o la vite silvestre millenaria.

Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia – A Urzulei il 9 e 10 Maggio 2015

Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia – A Urzulei il 9 e 10 Maggio 2015

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *