Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia – Ad Irgoli il 13 e 14 Giugno 2015

Questa settimana la manifestazione Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia ci riserva un doppio appuntamento. Oltre all’appuntamento di Arbatax, di cui abbia parlato ieri, Sabato 13 e Domenica 14 Giugno 2015 la manifestazione farà tappa anche ad Irgoli, nella regione storica delle Baronie, dove gli abitanti ci presenteranno le bellezze naturali ed il patrimonio storico e artistico di questo bellissimo paese.

Irgoli è un paese di poco più di 2000 abitanti che si trova nella vasta regione delle Baronie nella Sardegna centro orientale. Il suo paesaggio è variegato, dalla pianura alluvionale del Cedrino, attraverso rilievi prima morbidi e di modesta entità e poi sempre più imponenti, raggiunge gli 862 metri sul livello del mare nelle creste granitiche di Monte Senes. Il territorio è abitato da una fauna ricca e preziosa: le colline aperte ospitano la poiana e il gheppio, pernici, lepri e conigli selvatici, mentre la macchia fitta ed il bosco danno rifugio a cinghiali, volpi ed un’infinità di piccoli uccelli, prede preferite dall’astore e dallo sparviero. Indimenticabili saranno le escursioni per “Thalachè” e “Sa conca isteddata”.

Nel 1600 il piccolo borgo sulle rive del Cedrino contava circa 300 abitanti, in gran parte allevatori che pascolavano le greggi nelle alture circostanti, e contadini, le cui terre fertili erano legate indissolubilmente al fiume Cedrino. Diversi ritrovamenti testimoniano la presenza umana a Irgoli fin dal Medioevo: pozzi, matrici di fusione, monete, frammenti di ceramica, terra e bronzo, conci granitici e basaltici inseriti nella splendida chiesa di S. Miali che sorge sulle rovine di una Tomba di Giganti. A partire dal Medioevo il paese condivise le sorti del Giudicato di Gallura, conobbe il dominio dei Pisani e
anche quello degli Aragonesi.

Il territorio di Irgoli ha un elevato indice di conservazione archeologica e naturalistica: nel circondario alcune Domus de Janas, sepolture in tafone, tombe di giganti, nuraghi, villaggi ed edifici cultuali nuragici, aree insediative e rinvenimenti d’ambito funerario di età romana e medioevale. Il Museo Archeologico-Antiquarium Comunale ospita nelle sue sale reperti dal Neolitico Recente al Medioevo, raccontando la storia di millenni e delle attività produttive, della sfera culturale e spirituale: utensili dei lavori agricoli, della produzione ceramista, della filatura e tessitura. Le offerte votive rinvenute negli edifici sacri nuragici costituiscono infine interessanti manifestazioni devozionali. Nella parrocchiale di San Nicola, ben conservata dal 1500 in una elegante teca, si trova la reliquia della spina della corona di Gesù Cristo (S’ Ispina Santa), venerata sentitamente durante le tradizionali festività religiose locali.

Ecco qua di seguito il programma della manifestazione:

Lo scorrere dell’anno a Irgoli è dettato dal tempo del suo lavoro. Il lavoro desidera la festa, il riposo: la festa in Baronia si esprimeva con musica, canto, devozione, preghiera, convivialità, incontro tra i paesi. Irgoli per due giorni mostrerà il suo lavoro, la sua arte, nel proprio accadere lungo il tempo dell’anno. Ad accompagnare l’ospite lungo le vie del paese sarà l’incanto della musica tipica, dai cantos de sos cantores, al canto a tenore, alla poesia improvvisata, fino a tutti i grandi generi che costituiscono la cultura musicale sarda: la chitarra, l’organetto, e su ballu brincu tipico del paese, per giungere al ritmo
dei suoi lavori, alla sua religiosità, intesa come capacità di far festa, e raccogliere i visitatori nell’abbraccio del paese.

Sabato 13 e Domenica 14 Giugno 2015
Ore 9.30 Apertura delle Chiese del paese, esposizione de S’Ispina Santa (Parrocchia di San Nicola);
Ore 10.30 Realizzazione murales nel centro storico;
Dalle 10.00 alle 22.00 Apertura de sas domos, cortes e magasinos con esposizioni artigianali, degustazioni e dimostrazione della realizzazione di alcuni piatti tipici Irgolesi (momenti del lavoro irgolese: lavorazione del pane, dei salumi, del latte, oltre alle lavorazioni più artigianali: il ferro, il legno, il cuoio, i coltelli);
Dalle 10.00 alle 22.00 Domo Comunale de Irgoli: Mostra fotografica e proiezione su archeologia, storia, ambiente di Irgoli a cura della CIAS (Cumpannia de Istudiu de Antichidades Sardas attiva in Baronia dal 1980)
Dalle 10.00 alle 18.00 “Giochiamo con l’archeologia”, “Modelliamo una pintadera”, “Giochiamo con l’arte preistorica”, “Impariamo a scrivere con i Sumeri”: laboratori didattici a cura dell’Antiquarium – Piazzetta Chiesa di San Giovanni. Museo Antiquarium Comunale: visite guidate dalle ore 10.00 alle ore 18.00: Aree Archeologiche di Janna ‘e Pruna e Su Notante: visite guidate dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Sabato 13 Giugno 2015
ore 17.00 – 24.00 Azoviu chin sa zente e sa musica de Irgoli: evento dedicato all’arte musicale di tradizione orale irgolese: ascolti guidati ed animazioni spontanee per il centro storico, con repertori musicali di tradizione orale, polivocali, monodici, strumentali, e da ballo. Saranno proposti fino a tarda notte cantos a tenore, cantos de sos cantores, a chitarra, trunfa, sonette e poesia improvvisata. Direzione artistica: Nino Porcu e Sos Cantores de Irgoli.

Domenica 14 Giugno 2015
ore 11.00-13.30 Esibizione del Coro Sant’Eléne, lungo le vie e le Piazze del Paese.
ore 19.00 Inghirios de ballu, creazione di un grande ballu tundu, aperto a tutti coloro che vorranno ballare, che abbraccerà le vie del paese, a cura di Totore Chessa
ore 22.00 Pratza ‘e ballos: Cantos e ballos de Irgoli, momento di festa con cantos a tenore e a chitarra,
ballu sardu, con i musicisti locali. A cura di Totore Chessa

Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia – Ad Irgoli il 13 e 14 Giugno 2015

Primavera nel Marghine, Ogliastra e Baronia – Ad Irgoli il 13 e 14 Giugno 2015

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *