Primavera in Gallura 2016, Stazzi e Cussogghj – A Bulzi il 19 Giugno 2016

Domenica 19 Giugno 2016 si svolgerà a Bulzi una delle tappe di Primavera in Gallura 2016, la manifestazione organizzata dall’Associazione Stazzi e Cussogghj che ha lo scopo di promuovere lo splendido territorio della Gallura. L’appuntamento di Bulzi, che è organizzato grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale e della Pro Loco, prenderà il nome di “Sa tundidura“, ovvero la tosatura. La primavera è la stagione più indicata per visitare questa regione della Sardegna, perchè il traffico è meno caotico, i colori sono più vivaci, i profumi più intensi e i sapori più genuini.

Ecco qua la presentazione della due giorni di Bulzi dedicata a “Sa tundidura”:

La lotta interna più cruenta che la storia sarda abbia attraversato è stato lo scontro, scatenato dall’editto delle chiudende, tra civiltà contadina e civiltà pastorale. Si crearono insanabili conflitti tra pastori e contadini e alla fine prevalse in alcune aree il contadino-agricoltore, in altre il pastore-nomade. A Bulzi, paese dell’Anglona, le due civiltà coesistono, continuano a marciare insieme e caratterizzano il tessuto economico del territorio. Mettere insieme la civiltà pastorale e quella contadina significa rimarcare una realtà dove i due mondi sono mescolati e sovvrapposti, spesso integrati e conciliati, sicuramente, sono il segno di una contemporaneità che ancora conserva un senso, un valore, un fascino.

Bulzi è un comune di appena 530 abitanti della Gallura che nasce in un tratto di collina nel Monte Acuto. Bulzi si trova nella regione storica dell’Anglona, in un territorio storico che fin dal Medioevo ha ospitato insediamenti monastici importanti. A livello storico il riferimento più remoto del paese si ritrova nei documenti della cosiddetta “Pace di Arborea” del 1368, in cui si fa cenno ad un certo Pietro de Campo rappresentante della comunità di Gulsei (antico nome del paese). La struttura urbanistica del paese si contraddistingue per le sue abitazioni in stile agro-pastorale e per la strade molto strette che caratterizzano il centro storico. Il monumento più importante è sicuramente la Chiesa di San Pietro delle Immagini, risalente al XIII secolo, edificata in stile romanico pisano e chiamata popolarmente Chiesa delle Immagini per via del rilievo presente sulla lunetta del portale.

Dove si trova Bulzi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *