Autunno in Barbagia a Oliena – Dal 9 all’11 settembre 2016

Nel prossimo weekend si svolgerà la seconda tappa dell’edizione 2016 di Autunno in Barbagia, la manifestazione itinerante che è una vera e propria una vetrina promozionale dell’interno della Sardegna, attenta custode di saperi e sapori di indiscusso valore, volta a promuovere le eccellenze produttive e le tradizioni materiali e immateriali dei popoli che vi abitano. Dal 9 all’11 settembre 2016 la manifestazione sarà ospitata dal paese di Oliena, dove gli abitanti di questo bellissimo borgo barbaricino apriranno i cortili delle proprie abitazioni accompagnando i visitatori in un viaggio enogastronomico ed artistico.

468x80 Beach

Un gigante di calcare ricoperto da bosco e macchia mediterranea custodisce il paese di Oliena: il Monte Corrasi, con la sua altezza di 1463 metri, è la cima più alta del complesso del Supramonte. Tutta l’area è disseminata di siti archeologici come domus de janas e menhir, testimonianze del Neolitico recente, mentre risale all’epoca nuragica l’area di Sa sedda de sos carros con la fonte sacra e l’annesso villaggio. Nella Valle di Lanaittu si trova la Grotta Corbeddu, un sito molto importante per la conoscenza della storia sarda: al suo interno sono state ritrovate le prime testimonianze di vita umana nell’isola, risalenti al Paleolitico Superiore. Ai piedi del Supramonte, a circa 8 chilometri a nord-est dal centro abitato, si può visitare uno dei più scenografici monumenti naturali della Sardegna: la spettacolare sorgente carsica di Su Gologone. Le sue acque sgorgano su pareti a strapiombo tra una rigogliosa vegetazione per poi confluire nel fiume Cedrino. Nel territorio, custode di antiche tradizioni, si producono eccellenze enogastronomiche molto note e apprezzate tra cui il superbo Cannonau Nepente, reso celebre dall’elogio di Gabriele D’Annunzio, e il pregiato olio d’oliva.

A livello storico e culturale Oliena è uno dei centri più importanti della Sardegna. Dell’epoca nuragica infatti si conservano più di 30 nuraghi e numerosissimi villaggi. Al Bronzo Medio risale il villaggio nuragico di Sa sedda de sos carros in cui è conservata una straordinaria fonte sacra: nei blocchi di calcare sono scolpite protomi d’ariete da cui fuoriusciva l’acqua che si riversava all’interno di un bacile circolare in pietra collocato al centro della stanza.

Nelle strette viuzze del paese si affacciano le case più antiche, costruite in pietra, che conservano bellissime corti interne (alcune in comproprietà con più abitazioni dove spesso si trovava il pozzo per l’acqua), graziosi balconi in legno e i tipici porticati a cui si accede dalle scale esterne sostenute dai caratteristici archi. Alle piccole costruzioni ad uno o due piani si contrappongono le imponenti abitazioni dei possidenti e dei nobili come il complesso dei Tolu, che recava la data del 1612 e il nome della casata nell’architrave della finestra. Il palazzo culmina con la loggia ad archi a sesto acuto che spunta dal rione Loggia de Canales (da cui probabilmente prende il nome) ed è impreziosito da pittoreschi comignoli. Tra le tradizioni più suggestive che si svolgono nel paese vi è quella de S’Incontru, l’incontro tra la statua del Cristo e della Madonna che si svolge il giorno di Pasqua in cui si possono ammirare gli splendidi abiti tradizionali indossati per l’occasione. La cerimonia si svolge nella piazza della chiesa di Santa Maria, edificata in stile gotico aragonese nel  XV secolo e fortemente rimaneggiata nel ’900.

Il territorio di Oliena è molto apprezzato anche dagli amanti del trekking che possono godere di svariati paesaggi: dai pianori carsici alle voragini, dai campi carreggiati alle grotte, passando tra doline e codule. Le affascinanti guglie e i pinnacoli dalle singolari forme lasciano il posto alle vallate in cui degrada la montagna dal versante orientale.

La leggendaria ospitalità dei suoi abitanti ha reso Oliena uno dei luoghi più apprezzati e conosciuti dai viaggiatori alla scoperta di affascinanti aree archeologiche, artigianato e folklore.

Per maggiori informazioni sul paese di Oliena visitate il sito ufficiale dedicato al paese barbaricino sul sito ufficiale della manifestazione: Oliena- Cuore della Sardegna

Autunno in Barbagia a Oliena - Dal 9 all'11 settembre 2016

Autunno in Barbagia a Oliena – Dal 9 all’11 settembre 2016

Ecco qua di seguito il programma completo della manifestazione:

VENERDÌ 9 SETTEMBRE 2016

ORE 16 Aprono le cortes. Sas carrelas si rianimano e rivivono dei saperi e dei lavori del passato: massajas e massajos, pastores e mastros intenti nelle antiche arti. Apertura mostre ed esposizioni. – Lungo le vie del paese.
ORE 18 Inaugurazione mostra Giovanni Ciusa Romagna, maestro della pittura sarda del ’900. – Ex Collegio dei Gesuiti.
ORE 19:30 Inaugurazione mostra inedita Hòro: esposizione di dolci artistici, a cura dell’artista Anna Gardu.
ORE 21 Vent’anni di Cortes, serata dedicata ai racconti, ai ricordi e ai percorsi evolutivi delle venti edizioni della manifestazione, in collaborazione con l’Associazione Pro-Loco. – Piazza Berlinguer.
ORE 23 Serenada pro sos isposos, rappresentazione della serenata tradizionale dedicata agli sposi, con canti e balli tradizionali. – Lungo le vie del centro storico.

SABATO 10 SETTEMBRE 2016

ORE 9:30 Seminario Innesti urbani – innovazioni nella pianificazione paesaggistica. Inizio lavori ore 9:30 – termine ore 17.
DALLE ORE 10 Esposizioni, laboratori e rappresentazioni nelle cortes e in sas carrelas. Le massaie sfornano il pane, preparano la pasta e i dolci, con le antiche presse si pigia l’uva e nelle cantine si assaggia il vino. I pastori fanno il formaggio e gli artigiani lavorano la pelle e il legno. Le ricamatrici sono intente nella creazione degli scialli del costume. – Lungo le vie del paese.
ORE 11 Rappresentazione del tradizionale Matrimonio olianese: raffigurazione dei preparativi e degli antichi riti celebrativi dell’antico matrimonio olianese. – Chiesa di San Lussorio e aree circostanti.
ORE 20:30 Gran Serata Musicale, concerto di musica etno-pop e tradizionale, a cura di Maria Luisa Congiu. – Piazza Berlinguer.

DOMENICA 11 SETTEMBRE 2016

DALLE ORE 10 Riaprono le cortes ed è tutto un brulicare di attività quotidiane. Si sforna il pane, si preparano la pasta e i dolci, si pigia l’uva e si assaggia il vino. I pastori fanno il formaggio e gli artigiani lavorano la pelle e il legno. Le ricamatrici creano meravigliosi scialli e fazzoletti. – Lungo le vie del paese.
ORE 11 Reading letterario Alda…Fior di poesia, a cura di Valentina Loche. – Biblioteca comunale, via V. Emanuele.
DALLE ORE 18 Musiche, canti e balli della Sardegna, a cura del gruppo folk Battos Moros, con la partecipazione di artisti locali e non. – Piazza Berlinguer.

Dove si trova Oliena:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *