Autunno in Barbagia ad Austis – Dal 23 al 25 settembre 2016

Nel prossimo weekend si svolgerà la quarta tappa dell’edizione 2016 di Autunno in Barbagia, la manifestazione itinerante che è una vera e propria una vetrina promozionale dell’interno della Sardegna, attenta custode di saperi e sapori di indiscusso valore, volta a promuovere le eccellenze produttive e le tradizioni materiali e immateriali dei popoli che vi abitano. Dal 23 al 25 settembre 2016 la manifestazione sarà ospitata dal paese di Austis, dove gli abitanti di questo bellissimo borgo barbaricino apriranno i cortili delle proprie abitazioni accompagnando i visitatori in un viaggio enogastronomico ed artistico. Per l’occasione la manifestazione sarà dedicata all’Ospitalità.

468x80 Beach

Situato sulle pendici occidentali del Gennargentu, il territorio di Austis racconta una storia molto antica: punte di freccia in ossidiana, rinvenute in tutta l’area, sono i segni di un passato che risale fino al Neolitico. Alla preistoria appartengono anche alcuni importanti monumenti come il dolmen di Perda Longa e i nuraghi di Lughia, Turria e Istecori, testimoni della civiltà sarda che si sviluppò durante l’età del Bronzo. L’antico nome del centro, Augustis, risale all’epoca della dominazione romana e precisamente all’impero di Ottaviano Augusto.

Attraverso sas andalas, una rete di sentieri testimoni di antiche storie, si giunge ai piccoli e grandi tesori del territorio di Austis tra cui si svelano affascinanti paesaggi. Nell’altopiano del Mandrolisai si scopre la stupenda foresta primaria di lecci mai sottoposti al taglio, i bellissimi boschi di sughera circondati dalla macchia mediterranea e le impressionanti sculture naturali modellate dagli agenti atmosferici sulla roccia granitica. Tutta l’area è immersa in una flora ricchissima: boschi di lecci, querce, sughere ed essenze tipiche della macchia mediterranea come corbezzolo, erica, fillirea, ginestra, lentisco. Di particolare bellezza è l’oasi faunistica di Assai dove hanno trovato il loro habitat diverse specie protette come il daino e il cervo sardo.

Incastonata tra tre regioni storiche della Barbagia, del Mandrolisai e del Barigadu la terra di Austis è luogo di incontro e commistione di saperi e tradizioni. Nel centro del paese si trova la parrocchiale intitolata alla Madonna dell’Assunta. Fortemente rimaneggiata nel secolo scorso, fu eretta nel 1567 (come testimonia l’iscrizione presente su un pilastro) sul luogo dove probabilmente sorgeva una chiesa del Duecento dedicata a Sant’Agostino. A poca distanza dall’abitato si trova l’incantevole chiesa campestre di Sant’Antonio da Padova costruita nel 1669 in località Sa Sedda de Basiloccu. Il santuario conserva un altare di legno intagliato in stile barocco. L’area intorno all’edificio è delimitata dai muristenis, alloggi temporanei per ospitare i pellegrini caratteristici delle chiese rurali sarde. Qui, ogni terza domenica di settembre, si svolgono le celebrazioni in onore di Sant’Antonio da Padova con canti e balli tradizionali, come su ballu tundu de su chintorzu, accompagnati dal suono dell’organetto.

E’ molto apprezzata anche la prelibata produzione gastronomica di Austis che si può gustare in tutto il territorio comunale. Tra i piatti tipici si ricorda la fregula istuvada (con la caratteristica pasta a forma di piccole palline), fregula cun lampazzu (minestra con acetosella), i ravioli di patate e formaggio o di patate e cazzau saliu (caglio conservato sotto sale) oppure di ricotta, l’agnello e il capretto in umido o arrosto, la pecora bollita con patate e cipolla e le delicate e saporite seadas.

Per maggiori informazioni sul paese di Austis visitate il sito ufficiale dedicato al paese barbaricino sul sito ufficiale della manifestazione: Austis – Cuore della Sardegna

Autunno in Barbagia ad Austis - Dal 23 al 25 settembre 2016

Autunno in Barbagia ad Austis – Dal 23 al 25 settembre 2016

Ecco qua di seguito il programma completo della manifestazione:

VENERDÌ 23 SETTEMBRE 2016

ORE 18 Apertura delle cortes, con esposizioni e degustazione di prodotti locali.

SABATO 24 SETTEMBRE 2016

ORE 9:30 Apertura delle cortes, delle mostre, dei percorsi, degli stand, delle esposizioni e degustazione di prodotti locali.
– Centro storico

ORE 16 Lavorazione e degustazione del formaggio, ricostruzione ambiente agro-pastorale.
– Piazza Italia

ORE 16:30 Lavorazione e degustazione del pane tipico.
– Rioni di Sant’Austinu, Mesuidda, S’Arrezolu

ORE 18 Proiezione del documentario Uomini contro carbone.
– Centro sociale, via Roma

ORE 19 Esibizione dei gruppi folcloristici.
– Centro storico

ORE 21 Festeggiamenti.
– Piazza Corroga

DOMENICA 25 SETTEMBRE 2016

ORE 9:30 Apertura delle cortes.
– Centro storico

ORE 10 Pellegrinaggio a S. Antonio in Basiloccu, a cura delle confraternite N.S. del Rosario e del Sacro Cuore di Gesù. Raduno presso la Parrocchia S.M. Assunta e partenza verso la chiesa campestre di Sant’Antonio in Basiloccu, con la partecipazione del gruppo folk Santu Antoni e dei suonatori d’organetto locali.

ORE 11 Processione e S. Messa Solenne in onore di S. Antonio.
– Partenza dalla omonima località

ORE 16 Lavorazione e degustazione del formaggio, ricostruzione ambiente agro-pastorale.
– Piazza Italia

ORE 16:30 Lavorazione e degustazione del pane tipico.
– Rioni di Sant’Austinu, Mesuidda, S’Arrezolu

ORE 17 Sfilata dei gruppi folk ed esibizione de Sos Colonganos e de S’Urtzu.
– Lungo le vie del centro storico, con rito finale attorno al fuoco presso piazza Cavour.

I colori dei costumi, i balli dei gruppi folk, l’esibizione delle maschere tradizionali e la musica degli organettisti locali accompagneranno i visitatori lungo le vie del centro storico. Lungo il percorso sarà possibile degustare i prodotti tipici presso i punti ristoro.

Per maggiori informazioni sul programma scrivete a austis.comune@tiscali.it oppure visitate il sito del comune: www.comune.austis.nu.it

Dove si trova Austis:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *