Primavera nel cuore della Sardegna: il 22 ed il 23 aprile 2017 a Girasole

Sabato 22 e domenica 23 aprile a Girasole prenderà il via l’edizione 2017 della manifestazione Primavera nel cuore della Sardegna, dando inizio a quello che sarà un viaggio tra le bellezze naturali ed il patrimonio storico e artistico che raccontano la storia e la lunga tradizione del Marghine, dell’Ogliastra e della Baronia. Per l’occasione la manifestazione prenderà il nome di Pratzas de Gelisuli.

Il paese di Girasole si trova nel centro della piana dell’Ogliastra, ad appena 8 metri sul livello del mare, immerso in un verde ancora intatto. Il territorio comunale occupa un’area ristretta, di soli 13 kmq di superficie, mentre la popolazione del piccolo centro è di 926 abitanti, in forte aumento negli ultimi anni grazie ai crescenti flussi turistici della zona. La collocazione centrale di Girasole all’interno dell’affascinante territorio Ogliastrino permette di soggiornare nelle strutture ricettive nel paese, sia per conoscere la sua storia e le tradizioni che per visitare i luoghi selvaggi e di grande interesse naturalistico dei dintorni. Ad un solo chilometro dal mare e immerso in una pineta che giunge sino alla spiaggia di Isula Manna, il paese confina a nord-est con il comune di Lotzorai, dal quale è separato dal Rio Girasole, nella zona di Iscrixedda, a nord-ovest con Villagrande. Panorami splendidi e suggestivi caratterizzano il soggiorno a Girasole: oltre alla spiaggia dalla sabbia bianchissima e le acque di un azzurro cangiante, vi sono molteplici aree di grande interesse naturalistico come lo stagno anticamente chiamato d’Ogliastra, habitat ideale per numerosi volatili che nidificano indisturbati nelle sue acque e dove è possibile effettuare percorsi di birdwatching. La vegetazione nel territorio è quella tipica della macchia mediterranea, con una massiccia prevalenza di arbusti come eriche, olivastri, cisti e profumatissime erbe aromatiche. Grazie alla collocazione lungo l’Orientale Sarda, Girasole può essere facilmente raggiunto, non solo da ogni parte della Sardegna, ma anche dalla penisola dal porto di Arbatax a 3 chilometri.

Il nome del paese, che ha una storia di oltre 2000 anni, anticamente significava “Terra del sol”. Originariamente denominato Sulci orientale, nel corso dei secoli ha cambiato nome diventando di volta in volta Gelisoi, Kurasole e in epoca spagnola Girasol. Attualmente, nel dialetto locale, il paese tra i più importanti dell’Ogliastra per la sua lunghissima storia, viene chiamato Gelisuli. Scavi archeologici, effettuati nel 1966 nella collina a nord del paese, nell’antico castello di Medusa, hanno portato alla luce resti di costruzioni a grossi blocchi posati a secco, che ripetono la tipologia edilizia degli edifici punici di Sant’Antioco attribuibili ad una costruzione cartaginese, databile tra il IV e il III sec a. C., con ogni probabilità preceduto a sua volta da un edificio fenicio più arcaico. Fenici e Cartaginesi fecero dell’antica Sulci un importante scalo stagionale nelle rotte verso le coste occidentali italiane divenendo, col tempo, un porto permanente situato nei pressi dell’attuale stagno. La presenza di costruzioni difensive paiono la inevitabile conseguenza di proteggere il porto dagli assalti dei Sardi dei territori delle zone interne dell’isola. Lo sviluppo dello scalo proseguì anche sotto la dominazione romana, che ne fece un’importante base di partenza per i traffici commerciali del Mediterraneo.

La seconda domenica dopo la Pasqua, il 18 e 19 aprile, si svolge la festa di Sant’Antioco Martire, organizzata da un comitato di giovani, in collaborazione con l’associazione della Pro Loco.  In particolare, la domenica sera è dedicata alla processione con la statua del santo martire che percorre le vie del paese, animate anche dai gruppi folkloristici e dai cavalieri. Lo splendido anfiteatro di Girasole fa da cornice agli spettacoli per i più giovani. Nel comune di Girasole la festa più sentita del paese è quella della patrona, la Madonna di Monserrato, celebrata l’8 settembre di ogni anno. Nella giornata di festa, oltre alla processione e alla messa solenne, sfilano i costumi tradizionali e i cavalieri; la popolazione partecipa numerosa sia ai riti religiosi che agli spettacoli folcloristici, alla musica e ai balli tradizionali. La parrocchia dalle forme semplici e sobrie, costruita tra il XVI ed il XVII, è intitolata a Nostra Signora di Monserrato e si trova nel centro abitato. Un’altra manifestazione di successo del territorio ogliastrino è il Festival del Folklore e dell’Ospitalità che si tiene a Girasole il 12 e il 13 agosto di ogni anno: musiche, balli e culture provenienti dalla Sardegna e dallo scenario internazionale animano il suggestivo anfiteatro del paese. Le principali e imperdibili specialità gastronomiche sono i culurgiones , ravioli con ripieni diversi dalla riconoscibile chiusura a forma di spiga, in sardo  sa spighitta, emblema del territorio Ogliastrino.

Per maggiori informazioni sul paese di Girasole visitate la pagina ed esso dedicata sul sito ufficiale della manifestazione: Girasole – Cuore della Sardegna

Primavera nel cuore della Sardegna: il 22 ed il 23 aprile 2017 a Girasole

Primavera nel cuore della Sardegna: il 22 ed il 23 aprile 2017 a Girasole

Ecco qua di seguito il programma completo della manifestazione:

Sabato 22 aprile 2017

DALLE ORE 10 Apertura della manifestazione e del percorso enogastronomico. A cura della Proloco di Girasole.
– Centro storico
DALLE ORE 10:30 Apertura mostre e registrazione partecipanti al concorso fotografico.
– Scuola elementare, biblioteca, Sala Consiliare, sede della Proloco
ORE 11 Orchestra itinerante.
– Centro storico
DALLE ORE 11 Esposizione delle opere di artisti e artigiani ogliastrini.
– Scuola elementare, piazza S. Antioco e Cuccureddu
ORE 15 Giochi e intrattenimento per i bambini.
– Piazza S. Antioco e Cuccureddu
ORE 15:30 Pedalata ecologica.
– Partenza da piazza Venezia
ORE 16:30 Orchestra itinerante.
– Centro storico
ORE 17 Reading di poesie di Alda Merini con accompagnamento musicale.
– Centro Sociale, via Mare
DALLE ORE 18 Esibizione di trampolieri e giocolieri.
– Centro storico
ORE 20 Peppeddu Live, In giro per canzoni. A cura della Proloco Girasole.
– Cuccureddu
ORE 21:30 Proiezione dei cortometraggi Nuraghes e Quella sporca sacca nera alla presenza del regista Mauro Aragoni.
– Scuola elementare
ORE 22:30 Queen in Rock in concerto. A cura della Proloco Girasole.
– Piazza S. Antioco

Domenica 23 Aprile 2017

DALLE ORE 10 Riapertura mostre fotografiche.
– Scuola elementare, biblioteca, Sala Consiliare, sede della Proloco
ORE 11 Parata dei gruppi folkloristici. A cura della Proloco Girasole.
– Via Nazionale e centro storico
ORE 11 Riapertura percorso enogastronomico con degustazione di prodotti tipici.
A cura della Proloco Girasole.
– Centro storico
ORE 14 Inizio esibizione itinerante dei gruppi folk Silvana Coni – Foghesu di Perdasdefogu, Gruppo Folk di Jerzu, Gruppo Folk di Ulassai.
ORE 16:30 La terra dei Giganti, dibattito sulle aree archeologiche.
– Centro Sociale
ORE 17 Esibizione itinerante dei gruppi folk di Talana e di Lotzorai.
ORE 18:30 Stand degli Chef – concorso Il piatto più bello. In collaborazione con l’Istituto Alberghiero di Tortolì.
– Via IV Novembre
ORE 19 Esibizione itinerante del Gruppo Folk S. Elena di Lotzorai.
ORE 19:30 Premiazioni concorso fotografico e concorso Il piatto più bello. In collaborazione con l’Istituto Alberghiero di Tortolì.
– Piazza S. Antioco
ORE 20:30 Esibizione itinerante del Gruppo Folk S. Andrea di Tortolì.
ORE 21:30 Esibizione in maschera de Sos Corriolos di Neoneli.
ORE 23 Saluti e chiusura della manifestazione.

Dove si trova Girasole:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *