#Google celebra Grazia Deledda con un #doodle nell’anniversario del Premio Nobel per la Letteratura

Oggi Google ha omaggiato la scrittrice sarda Grazia Deledda con un doodle nel giorno dell’anniversario del Premio Nobel per la Letteratura. Nel giorno in cui a Stoccolma ed Oslo si assegnano i riconoscimento del 2017, Google ha voluto ricordare quel 10 dicembre 1926, giorno in cui Grazia Deledda ricevette il Premio Nobel per la Letteratura. La scrittrice sarda è stata la prima ed unica donna italiana ad aggiudicarsi questo riconoscimento oltre che la quarta donna in assoluto.

Google celebra Grazia Deledda con un doodle

Google celebra Grazia Deledda con un doodle

Al momento di conferire il premio alla scrittrice sarda la giuria motivò la scelta con le seguenti parole “Per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano”.

Grazie Deledda, nata a Nuoro il 28 settembre 1871, quinta di sette figli di una famiglia benestante nuorese, è stata la prima e unica donna italiana ad aggiudicarsi il Premio Nobel per la Letteratura, quarta donna in assoluto. Grazia Deledda è stata una delle scrittrici più importanti del Novecento, che nel secolo scorso è diventata famoso in tutto il mondo quale esponente del verismo e del decadentismo. Ha iniziato a scrivere molto giovane, inviando novelle e racconti a riviste e giornali locali quando aveva appena 15 anni. Il suo primo libro di successo è stato Anime oneste, del 1895. Ha continuato a scrivere e pubblicare anche dopo essersi sposata e aver seguito il marito a Roma. Nel corso degli anni ha pubblicato tanti libri e opere teatrali, come Dopo il divorzio, Cenere, L’edera e Canne al vento. Apprezzata e tradotta anche all’estero, in circa 40 anni di carriera ha pubblicato oltre 50 opere.

Siamo vicini a Natale, ed un bel libro di Grazia Deledda potrebbe essere il regalo giusto.

   

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *