Primavera nel Cuore della Sardegna a Bortigali – 5 e 6 maggio 2018

Sabato 5 e domenica 6 maggio 2018 non perdetevi l’appuntamento con Primavera nel Cuore della Sardegna a Bortigali. In questo primo weekend del mese di maggio saranno due gli appuntamenti con la stupenda manifestazione itinerante che, oltre a Bortigali, porterà i visitatori anche a LodèPrimavera nel Cuore della Sardegna è una manifestazione itinerante che porta i visitatori alla scoperta di paesi delle subregioni di Marghine, Ogliastra e Baronia. Durante i fine settimana di primavera infatti sarà possibile seguire un itinerario di grande fascino nei borghi e nei tipici centri del Cuore della Sardegna. Ogni weekend questi paesi regalano un’esperienza dalle emozioni intense: la memoria e l’identità della Sardegna rivivono nei sapori della cucina tradizionale e nei saperi degli antichi mestieri. Durante Primavera nel Cuore della Sardegna a Bortigali i visitatori potranno andare alla scoperta delle tradizioni di questo stupendo borgo della Sardegna.

Geografia

Bortigali, un piccolo borgo di circa 1.300 abitanti in provincia di Nuoro, si estende dall’altopiano di Campeda a nord, sino alla piana del Rio Murtazzolu a sud, passando per le vette della catena del Marghine. Le bellezze di questo piccolo centro possono essere scoperte attraverso percorsi ed itinerari: il Sentiero Natura che da Bortigali conduce a Mulargia, permette di visitare anche i più significativi monumenti archeologici, mentre il Sentiero Bortigali – Santu Padre proprio perché conduce sino alla vetta del Monte Santu Padre (1.026 metri di altitudine), offre ai visitatori uno straordinario paesaggio che abbraccia buona parte della Sardegna centrale e sud-occidentale, dai monti del Gennargentu a quelli del Sulcis, dalle colline del Logudoro sino a quelli delle Baronie, sino al mare di Oristano e Bosa.

All’interno del centro abitato, racchiuse in uno spazio relativamente ridotto, si contano sei chiese, tutte ancora ben conservate grazie anche alla presenza e alla cura dedicata loro da confraternite, obrieri e prioresse.

Storia

La ricchezza di testimonianze archeologiche attesta la presenza umana già in età preistorica in un territorio che doveva distinguersi per la sua fertilità. Nel periodo giudicale la villa di Bortigali fece parte della curatorìa del Marghine nel giudicato di Torres, successivamente nel 1259, la curatoria fu annessa a quello arborenese. Alla fine di questa fase storica, nel 1410, la villa passò al visconte di Narbona, e poi nel 1420 agli aragonesi che la concessero in feudo ai Centelles

Il consistente patrimonio archeologico del paese è costituito da ben 43 nuraghi, 10 domus de janas, 2 dolmen, 1 tomba dei giganti. Fra questi il più rilevante è certamente il maestoso nuraghe Oròlo, raggiungibile sia a piedi tramite il sentiero natura, sia in auto, posto in posizione molto panoramica. Il nuraghe Oròlo è composto da una torre centrale a due piani e da un corpo aggiunto bilobato. Per le sue forme elaborate è da datarsi probabilmente intorno al 1000 a.C..

Cultura

Il patrimonio culturale del paese è molto ricco, ed è legato alle antiche tradizioni di Bortigali. Il centro storico di Bortigali è caratterizzato dalle strette stradine pavimentate col caratteristico impedradu e dalle vecchie architetture rurali ornate da portali e architravi classificabili come finestre e portali tardo-gotici “catalano-aragonesi”. Quelli censiti sono oltre ottanta, ma molti sono andati perduti negli anni. La definizione di “aragonesi” non implica l’attribuzione di uno stile architettonico, che è appunto tardo gotico, ma fa riferimento alla loro origine storica.

Per maggiori informazioni sul paese di Bortigali è possibile consultare le pagina di Primavera nel Cuore della Sardegna a Bortigali: Bortigali – Cuore della Sardegna

Primavera nel Cuore della Sardegna a Bortigali

Primavera nel Cuore della Sardegna a Bortigali

Ecco qua di seguito i programma di Primavera nel Cuore della Sardegna a Bortigali:

Sabato 5 maggio 2018

ORE 9.00 – Apertura degli stand dei MercatiBortigalesi, dedicati ai saperi e sapori locali.
– Via V. Emanuele III e lungo le vie del centro

ORE 9.00 – Convegno Bortigali tra cultura e innovazione: valorizzazione del suo territorio e dei suoi saperi.
– Biblioteca comunale, via V. Emanuele III

ORE 9.00 – Mostra archeo-sperimentale di bronzetti e argille di epoca pre-nuragica e nuragica, a cura di Andrea Loddo.
– Via XX Settembre, fronte Casa Museo

ORE 10.00 – Caseifici Aperti: visita guidata al caseificio LACESA di Bortigali.

ORE 10:30 – Gara di parapendio: volo di distanza.
– Vetta del monte Santu Padr

ORE 14.00 – Torneo di tiro con l’arco Frecce nel Marghine, riservato agli iscritti alla Fitarco e a cura degli Arcieri del Marghine di Birori.
– Campetto delle scuole, via Montenegro

ORE 16.00 – Presentazione del libro La Madre del pane di G.A. Farris e Manuela Sanna.
– Salone parrocchiale, via V. Emanuele III

ORE 16.00 – Caseifici Aperti: visita guidata al caseificio LACESA di Bortigali.

ORE 17.00 – Su pane de sos isposos: concorso regionale di panificazione artistica cerimoniale, a cura di Manuela Secchi e dell’agenzia regionale Laore.
– Salone parrocchiale, via V. Emanuele III

ORE 18:30 – Proiezione di filmati dei voli in parapendio.
– Sagrato della chiesa di Santa Maria degli Angeli

ORE 19.00 – Accensione della fornace, metallurgia e lavorazione a cera persa del bronzo, a cura di Andrea Loddo.
– Via XX Settembre, fronte Casa Museo

ORE 21:30 – Proiezione del film Nuraghes – S’Arena, del regista Mauro Aragoni.
– Sagrato della chiesa di Santa Maria degli Angeli

Domenica 6 maggio 2018

ORE 9.00 – Freemmos (liberi di restare): dibattiti ed animazione, a cura della associazione culturale Maria Carta, con la partecipazione della Corale Polifonica di Bortigali e del Tenore Santu Padre di Bortigali. Dirige: Cinzia Falchi.
– Chiesa San Palmerio, via Aldo Moro

ORE 9.00 – Santa Messa.
– Parrocchia Santa Maria degli Angeli, via Parrocchia

ORE 9.00 – Apertura degli stand dei Mercati Bortigalesi, dedicati ai saperi e sapori locali.
– Via V. Emanuele III e lungo le vie del centro

ORE 10.00 – Tavola rotonda Lo spopolamento – parla la Radio, con la partecipazione della Corale Polifonica di Bortigali e del Tenore Santu Padre di Bortigali.
– Chiesa San Palmerio, via Aldo Moro

ORE 10.00 – Esibizione del Gruppo Minifolk di Bortigali.
– Via V. Emanuele III

ORE 10.00 – Prove di tiro con l’arco aperte a tutti, a cura della ASD Arcieri del Marghine e qualificazioni al torneo di tiro con l’arco Frecce nel Marghine.
– Campetto delle scuole, via Montenegro

ORE 10:30 – Gara di parapendio “Di Centro”.
– Vetta del monte Santu Padre

ORE 12.00 – Voli in parapendio in tandem.
– Vetta del monte Santu Padre

ORE 15.00 – Interventi musicali, con gli artisti: Cordas et Cannas, Fantafolk (Vanni Masala e Andrea Pisu), Mariano Melis, Mori per Sempre, Francesco Piu, Double Dose, Tressardi, Manuela Mameli, Menhir. Conduce: Giacomo Serreli.
– Sagrato della chiesa di Santa Maria degli Angeli

ORE 15:30 – Torneo di tiro con l’arco Frecce nel Marghine, con la partecipazione dei ragazzi Special Team Liceo Galileo Galilei di Macomer.
– Campetto delle scuole, via Montegrappa

ORE 16.00 – Passeggiate con il carro a buoi tradizionale, a cura dell’associazione Santu Sidore di Silanus.
– Partenza da via V. Emanuele III

ORE 18:30 – Premiazioni delle gare di parapendio.
– Sagrato della chiesa di Santa Maria degli Angeli

Primavera nel Cuore della Sardegna a Bortigali, ecco dove si trova il paese:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *