Sardegna ancora blindata: porti e aeroporti chiusi fino al 17 maggio. E poi?

La Sardegna resta blindata. Porti ed aeroporti dell’isola resteranno chiusi almeno fino al 17 maggio 2020.

La risoluzione dell’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19 è ancora lontana, ma nelle ultime due settimane si sono visti dei miglioramenti ed in Sardegna come nel resto d’Italia si sta cercando di capire quando rimettere in moto la macchina del paese. Dal punto di vista dei trasporti resta tutto fermo, quindi fino al 17 maggio 2020 restano sospesi i collegamenti e i trasporti ordinari delle persone da e per la Sardegna.

Sardegna ancora blindata: porti e aeroporti chiusi fino al 17 maggio.

Nel nuovo Decreto congiunto del ministero dei Trasporti e di quello della Salute è stata prorogata al 17 maggio la chiusura di porti e aeroporti. Per far fronte all’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19 quindi non sarà possibile spostarsi da e per la Sardegna.

In questo momento è consentito solo ed esclusivamente il trasporto marittimo delle merci sulle navi previste in convenzione. Il trasporto marittimo delle persone invece può avvenire soltanto per quelle persone che per dimostrate e improrogabili esigenze hanno ottenuto l’autorizzazione del presidente della Regione, Christian Solinas.

Per quanto riguarda il trasporto aereo le condizioni sono le stesse. Sono attivi solo i collegamenti tra Roma Fiumicino e l’aeroporto di Cagliari Elmas, ma anche in questo caso ci devono essere delle ragioni improrogabili per lo spostamento, che deve sempre essere autorizzato dal presidente della Regione Sardegna.

A quando la ripartenza?

Il Governatore della Regione Sardegna vorrebbe anticipare le riaperture rispetto a quanto previsto dall’ultimo decreto del Presidente del Consiglio. L’obiettivo è quello di tornare alla normalità il prima possibile, per cercare di dare un po’ di respiro al settore turistico che in questo inizio di primavera ha subito un brutto colpo.

La volontà è quella di consentire dal 4 maggio gli spostamenti all’interno della provincia di residenza anche senza l’autocertificazione. Lo step successivo sarà quello dell’11 maggio, quando ci si potrà muovere all’interno di tutta la regione. Sempre l’11 maggio, se non si registrerà un nuovo incremento nella curva dei contagi, dovrebbero riaprire centri estetici, parrucchieri e barbieri.

Per quanto riguarda le attività di ristorazione, quali bar e ristoranti, il via libera alle riaperture potrebbe arrivare il 18 maggio, ovvero con due settimane di anticipo rispetto alle previsioni nazionali.

Ma più che il quando, bisogna chiedersi come avverranno queste riaperture e quali sono le misure che verranno messe in campo. Siamo sicuri che fra tre settimane le persone saranno pronte a tornare a frequentare senza problemi bar e ristoranti? Siamo sicuri che i locali saranno in grado di mettere in sicurezza i loro locali? E siamo sicuri che le persone saranno responsabili, evitando di far tornare a “correre” questo virus in giro per la Sardegna? Staremo a vedere….

Sardegna ancora blindata: porti e aeroporti chiusi fino al 17 maggio

Sardegna ancora blindata: porti e aeroporti chiusi fino al 17 maggio

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.