Spiagge: Foce del Rio Piscinas e Is Arenas

Se si vuole ancora avere l’impressione di ciò che doveva essere un tempo gran parte della costa occidentale sarda bisogna raggiungere questa incantevole e selvaggia costa che fa parte della cosiddetta Costa Verde. Qui a Piscinas il vento ha spinto poderosamente all’interno le dune marine per diverse centinaia di metri, modellando così un paesaggio incredibile di gialle sabbie interminabili, capace di evocare quello di un vero deserto.

Ma c’è qualcosa che differenzia questi immensi arenili, Is Arenas in sardo “ le sabbie “ da un vero e proprio deserto ed è la vivida, rigogliosa macchia mediterranea che, con incredibile tenacia, è riuscita a colonizzare le sabbie, consolidandole ed arricchendole soprattutto in primavera di vivacissimi colori. Folti cespugli di lentischio si alternano a ginestre e ginepri coccoloni, mente estesi efedreti danno una nota caratteristica a certi tratti delle dune. Nelle depressioni più umide compaiono anche tamerici, salici, cannucce, e qua e là vecchissimi olivastri incurvati come bandiere dal vento fanno capire come era la natura di questi luoghi prima dell’avvento dell’uomo. Territorio floro-faunistico di grande interesse, nel quale abbondano pernici sarde e conigli selvatici, è l’ambiente ideale per lunghe passeggiate sulla sabbia, soprattutto nelle prime ore del mattino, quando è possibile persino intravedere i cervi che si spingono sino al mare e, nel mese di giugno, le tartarughe marine che depongono le loro uova.

Per chi ama le lunghe nuotate, già a 200 metri dalla riva si può osservare un paesaggio marino inusuale e di grande suggestione, nel quale si possono notare anche tracce del relitto di una nave inglese che, carica di piombo e armata di un cannone, riposa tra la sabbia da qualche centinaio di anni.

Per quanto riguarda la ricezione turistica sono presenti un campeggio attrezzato nell’entroterra ed un albergo molto bello situato in modo rispettoso sulla spiaggia a ridosso delle dune.  Servizi ricreativi sono limitati alla balneazione, sulla spiaggia sono presenti due chioschi, è anche possibile affittare ombrelloni e sdraio, è presente inoltre il servizio di noleggio canoe, pattini e gommoni.

Per arrivarci, dalla statale 131 si può uscire sia a Marrubiu che a Sanluri, proseguire per Arbus e poi passato il vecchio borgo di Ingurtosu raggiungere la spiaggia. Possibile l’arrivo anche da sud, dalla SS 130, passando per Iglesias e Fluminimaggiore.

Argine di sabbia a Piscinas (foto Marco Botta)

Le dune di Piscinas (foto Marco Botta)

Piscinas (foto Marco Botta)

Per le foto si ringraziano:

Marco Botta

Le foto ed i diritti di autore sono e restano di proprietà degli autori.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *