Corsa all’Anello di Osilo – 11 e 12 Agosto 2014

Lunedì 11 e Martedì 12 Agosto 2014 si svolgerà ad Osilo la tradizionale Corsa all’Anello, una prova di abilità equestre nel corso della quale i cavalieri lanciati al galoppo dovranno cercare di far centro su uno dei tre “anelli” (in realtà sono dei cuori di metallo con un foro al centro) sospesi in sequenza lungo il percorso di gara. Lunedì 11 Agosto si disputeranno le eliminatorie, mentre Martedì 12 Agosto ci saranno le finali a cui verranno ammessi i primi 25 cavalieri qualificati nel corso delle eliminatorie. Il montepremi è fissato anche quest’anno in 4.150 euro, di cui, 2.200 al primo classificato, 1.100 al secondo, 550 al terzo e 300 al quarto. Vincerà la gara il cavaliere che, al termine delle sette “salite” della finale avrà totalizzato il maggior numero di centri.

La Corsa all’Anello è una tradizione equestre di origini secolari, che Osilo ha conservato intatta nel tempo, e rappresenta al meglio le caratteristiche dei cavalieri osilesi: la fierezza, l’eleganza, la destrezza, l’orgoglio. La Corsa consiste in una prova di abilità equestre, dove il cavaliere lanciato al galoppo deve cercare di infilare con uno spadino di legno, uno dei tre “anelli” – in realtà cuori di metallo con un foro al centro – sospesi lungo il percorso. Gli anelli sono posti in sequenza, a circa quaranta metri l’uno dall’altro, e il tempo massimo previsto è di nove secondi per coprire i 100 metri. La conquista di un anello implica che lo spadino vi rimanga conficcato, essendo l’anello saldamente assicurato a una fune; dunque il cavaliere, oltre a possedere una grande padronanza nello stare in sella, deve avere anche una particolare sensibilità nella mano che impugna la spada, per capire in un brevissimo attimo se essa si è infilata nel cuore e per mollare, in quel caso e solo in quello, la presa. Infatti, non mollare al momento giusto può significare sfilare la spada dal cuore già centrato e perdere il punto; e d’altra parte, rischiare di mollare la spada senza aver fatto centro significa pregiudicarsi la possibilità di ripetere il tentativo sugli anelli successivi.

Da qualche anno questa difficile e spettacolare prova di abilità è stata estesa a sos furisteris, i cavalieri degli altri centri della Sardegna, che devono anch’essi indossare obbligatoriamente il costume tradizionale. E’ grazie all’attaccamento alle radici degli osilesi, alla gelosa conservazione delle proprie tradizioni e al ricco montepremi della Corsa, che negli ultimi anni questa tradizione si è andata sempre più affermando come una delle più importanti manifestazioni equestri della Sardegna.

Per restare aggiornato sull’evento: Corsa all’Anello di Osilo su Facebook

Corsa all'Anello di Osilo - 11 e 12 Agosto 2014

Corsa all’Anello di Osilo – 11 e 12 Agosto 2014

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *