Cantigos in Carrela 2017 a Santu Lussurgiu – Venerdì 17 e sabato 18 febbraio

Venerdì 17 e sabato 18 febbraio 2017 si svolgerà a Santu Lussurgiu la 20^ edizione di “Cantigos in Carrela“, la manifestazione che ogni anno apre il carnevale di Santu Lussurgiu. L’evento itinerante si svolge lungo le suggestive vie del centro storico del paese, dove si esibiscono svariate formazioni tradizionali regionali e non. Durante la manifestazione, che interessa alcuni rioni del paese, grazie all’ospitalità dei lussurgesi, è possibile degustare un buon bicchiere di vino, dolci e prodotti tipici locali.

In Sardegna, dove le tradizioni musicali sono tra le più antiche e interessanti del mediterraneo, si distingue certamente Santu Lussurgiu, centro noto per il prezioso patrimonio del canto a Cuncordu, uno tra i più apprezzati di tutta l’Isola. Ed è grazie alla passione del Cuncordu Lussurzesu e dell’Associazione Culturale “Aidos”, che Santu Lussurgiu deve il successo di Cantigos in Carrela, manifestazione nata da un’idea dei cori di Florinas, Muros, Tempio Pausania e Pozzomaggiore.

Nel corso degli anni a Cantigos in Carrela hanno partecipato alternandosi, tantissime formazioni vocali proponendo i loro repertori; Cuncordos e Tenores in primis, ma anche cori e formazioni strumentali di diverse estrazioni culturali provenienti da altre realtà italiane e dall’estero si sono esibiti nelle diverse edizioni, dislocati in zone prescelte del suggestivo centro storico di Santu Lussurgiu, tra i meglio conservati di tutta la Sardegna. Gli ascoltatori durante la serata hanno la possibilità di seguire un percorso sonoro, a stretto contatto con gli esecutori, che riporta alla mente la festa così come era un tempo. Infatti, nel contesto di Cantigos in Carrela, c’è l’abbattimento del palco che normalmente rende (per definizione), spettacolo qualunque cosa passi sopra di esso, facendo diventare al tempo stesso estranei i fruitori della festa, costretti ad assistere invece che essere i fautori della festa stessa. La gente nei contesti tradizionali non assisteva alla festa in maniera passiva, la gente era la festa non semplicemente un pubblico. In questi ultimi anni ha prevalso l’idea che l’unica maniera di proporre e vivere le tradizioni sia possibile solo attraverso le esibizioni in palchi o televisioni locali, “spettacolarizzando” il tutto secondo un orientamento globalizzante, qui inteso nell’accezione più negativa del termine. Cantare in strada era per i Sardi cantare alle ragazze, era un seducente strumento per corteggiarle attraverso le serenate ma non solo, era anche l’occasione, per i novizi, di mettere in mostra le proprie qualità vocali e sperimentare le varie formazioni che si costituivano spontaneamente in un microcosmo nel quale cantare era uno dei pochi modi di fare musica. Naturalmente si è ben lontani dall’estinzione di un patrimonio che continuamente da segnali di grande vitalità, come a Santu Lussurgiu, dove oltre ai vari Cuncordos riconosciuti, capita che formazioni anche estemporanee, si riuniscano occasionalmente, spesso in magasinu, per il solo piacere di cantare a Cuncordu. L’occasione per il pubblico in Cantigos in Carrela, è anche quella di vedere gli scorci tipici del centro storico, oltreché la possibilità di sentire i canti e le musiche a pochi centimetri dalla fonte sonora, gustando magari un buon bicchiere di vino, offerto agli ospiti Istranzos dai lussurgesi, che “estendono” le proprie cantine in strada, secondo l’innato senso di ospitalità.

Ecco qua di seguito il programma delle due serate di Cantigos in Carrela 2017:

Venerdì 17 febbraio 2017 – Populos (et) Cuncordos:

  • Ore 18,00 – Chiesa di Santa Maria degli Angeli – Esibizione dei cori:
    • The Loch Katrine Highlanders di Glasgow (Scozia)
    • Gruppu Madricale San Damianu (Corsica)
    • Cuntrattu ‘e Seneghe de Antoni Maria Cubadda
    • Cuncordu Aidos di Santu Lussurgiu
    • Cuncordu Lussurzesu di Santu Lussurgiu

Sabato 18 febbraio 2017 – Cantigos in Carrela:

  • ore 15,30 – Piazza Mercato – Balli sardi e zippolata per tutti
  • ore 16,30 – Inizio percorso Cantigos in Carrela, con l’ esibizione itineranti dei seguenti cori:
    • The Loch Katrine Highlanders di Glasgow (Scozia)
    • Gruppu Madricale San Damianu (Corsica)
    • Cuntrattu ‘e Seneghe de Antoni Maria Cubadda
    • Coro Galletto di Gallura di Aggius
    • Coro Gabriel di Tempio Pausania
    • Coro di Florinas
    • Coro Renato Loria di Muros
    • Tenore Murales di Orgosolo
    • Cuncordu Aidos di Santu Lussurgiu
    • Cuncordu Lussurzesu di Santu Lussurgiu
    • Gruppo Folk Busachi Bella Mia
  • ore 21,00 – Cena e balli sardi per tutti
Cantigos in Carrela 2017 a Santu Lussurgiu - Venerdì 17 e sabato 18 febbraio

Cantigos in Carrela 2017 a Santu Lussurgiu – Venerdì 17 e sabato 18 febbraio

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale del Comune di Santu Lussurgiu.

Dove si trova Santu Lussurgiu:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *