Rete Ciclabile della Sardegna: oltre 2600 chilometri e 52 itinerari in tutta l’isola

Oggi parliamo della Rete Ciclabile della Sardegna, un interessante progetto che ha come scopo quello di creare un’ampia rete ciclabile, dotando la Sardegna di un sistema di trasporto dedicato all’uso della bicicletta in tutte le sue differenti declinazioni (mezzo di trasporto, svago o turismo itinerante). Per farlo è necessario favorire lo sviluppo di una cultura che, a lungo termine, porti a privilegiare l’uso di un sistema di trasporto benefico per la salute e rispettoso dell’ambiente. Tutto questo dovrebbe permettere di creare i presupposti necessari per inserire la Sardegna nel mercato internazionale del cicloturismo.

Lo sviluppo della Rete Ciclabile della Sardegna è iniziato all’inizio del 2017. In quell’occasione sono stati stanziati i primi 15 milioni di euro per dare il via al più importante progetto di infrastrutturazione turistica che della regione. Il primo passo era stato quello di censire gli oltre 2000 chilometri di percorsi già presenti. Partendo dai percorsi esistenti è stata avviata la costruzione di un prodotto legato a sostenibilità, crescita economica delle zone interne e la destagionalizzazione.

E voi utilizzate la bicicletta?

L’idea della Rete Ciclabile della Sardegna

L’idea di base è quella di pianificare, per poi attuare, un sistema di mobilità incentrato sull’uso della bicicletta attraverso l’individuazione di un complesso di azioni, misure e interventi combinati, coordinati e integrati di natura infrastrutturale, sia fisica che sociale. L’obiettivo finale è quello di diffondere l’utilizzo della bicicletta, aumentando il numero dei ciclisti, sia per gli spostamenti feriali (come mezzo di spostamento quotidiano), sia per quelli festivi (tempo libero, sport e turismo).

La Rete Ciclabile della Sardegna oggi

A questo punto dello sviluppo del progetto, troviamo ben 52 itinerari per una lunghezza totale di 2.649 km (di cui 550 km bici più treno). Vengono attraversati 256 centri abitati, ed anche due Parchi nazionali e quattro regionali, tre siti Unesco e ben 747 punti di interesse (di cui 248 spiagge), tre borghi di eccellenza, otto porti commerciali e 24 turistici, 49 stazioni ferroviarie e 432 fermate Arst.

Il Premio Urbanistica 2018

Alla fine del mese di giugno la Rete ciclabile della Sardegna ha vinto il Premio Urbanistica 2018. Il concorso indetto dalla rivista scientifica dell’Istituto Nazionale di Urbanistica che dal 2006 seleziona i  progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo, l’evento nazionale di riferimento per la rigenerazione urbana organizzato dall’Inu e da Urbit. La Rete ciclabile della Sardegna ha prevalso nella categoria “Innovazioni tecnologiche per la gestione urbana“.

Si tratta di un grande riconoscimento che da forza al progetto.

La presentazione dell’App della Rete ciclabile della Sardegna

Martedì 3 luglio 2018 nel corso di una conferenza stampa è sono stati presentati il portale e l’applicazionesardegnaciclabile’, realizzati dal CIREM. Entrambi rappresentano uno strumento di conoscenza e condivisione della rete ciclabile regionale il cui percorso ha preso via nel 2015. L’idea di una Sardegna interamente percorribile in bicicletta rappresenta un deciso passo avanti verso la realizzazione di una mobilità realmente sostenibile.

Sul portale è possibile navigare una mappa interattiva dalla quale consultare tutti i percorsi ciclabili censiti in Sardegna.

Rete Ciclabile della Sardegna

Rete Ciclabile della Sardegna

Per maggiori informazioni visitate anche:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.