Autunno in Barbagia 2014 a Teti – Dal 28 al 30 Novembre

Torna anche questo weekend l’appuntamento con Autunno in Barbagia 2014 che farà tappa a Teti, dove dal 28 al 30 Novembre 2014 gli abitanti di questo splendido centro barbaricino apriranno le proprie Cortes per mostrare ai visitatori tutti i segreti di questa una terra misteriosa, in cui il passato continua a vivere nella passione dei suoi abitanti. Nel corso della manifestazione sarà possibile degustare i prodotti enogastronomici tipici locali, visitare mostre come quella dedicata ad “Il Popolo di Bronzo”, partecipare a convegni e dibattiti sulla cucina nuragica (attraverso un percorso enogastronomico sull’evoluzione alimentare in Barbagia), assistere al concerto di musica etnica al quale parteciperanno diversi artisti sardi e tanto altro ancora.

Teti è un comune di 722 abitanti in provincia di Nuoro e fa parte della Barbagia di Ollolai. Il paesaggio è caratterizzato da aspre cime granitiche intervallate da dolci colline ricoperte da boschi secolari e ricche di fresche sorgenti, caratteristiche dei tipici centri della montagna sarda. L’abitato di Teti si sviluppa a oltre 700 metri di altitudine sul versante nord di Punta sa Marghine da cui, nelle belle giornate, si possono godere vedute mozzafiato. Dall’alto dei suoi 954 metri sul livello del mare si possono infatti ammirare tutti i rilievi circostanti: partendo da sud-est lo sguardo si posa sul Gennargentu con le punte di Muggianeddu e Monte Spada, prosegue a nord-est sul complesso del Supramonte di Orgosolo e di Oliena, a nord sulla catena del Marghine, del Goceano fino al Monte Limbara, e verso ovest raggiunge il Monte Ferru e il mare del Golfo di Oristano.

Le leggende popolari tetiesi narrano di tesori (iscusorzos) nascosti per secoli tra le montagne al centro dell’Isola. Secondo i racconti degli anziani fu grazie al sogno di un giovane del paese che nell’Ottocento si scoprirono le affascinanti testimonianze dell’arcaica civiltà nuragica. Risalgono al Neolitico medio le prime testimonianze della presenza umana nel territorio: in località Atzadalai, insieme ad asce in pietra e scarti di lavorazione dell’ossidiana, venne ritrovata la straordinaria statuetta chiamata “Venere dormiente”, una delle più antiche opere d’arte della Sardegna.

Nuraghi, villaggi e tombe dei giganti documentano l’epopea nuragica e l’elevato grado di abilità raggiunta. Tra l’VIII e il VII secolo a.C. venne fondato l’importante villaggio-santuario di Abini di cui si conserva una parte dell’abitato e il pozzo sacro racchiuso da un muro che circonda l’area dedicata ai rituali.

Il territorio abbonda di siti preistorici (su Carratzu, su Ballu, Alineddu, Turria, Atzadalai) tra cui il noto villaggio di S’Urbale: lo studio di alcune delle capanne (ne sono state individuate circa 50) ha permesso di recuperare molte informazioni sulla vita dei nuragici. Una di queste abitazioni dell’età del Bronzo è stata fedelmente ricostruita nel Museo archeologico comprensoriale di Teti che espone i reperti provenienti dal territorio comunale e da altri paesi della Barbagia-Mandrolisai.

Per conoscere meglio il paese di Teti potete visitare la pagina ad esso dedicata sul sito ufficiale di Autunno in Barbagia: Teti – Cuore di Sardegna

Abbiamo storie per fare di ogni giorno un carnevale di emozioni, scoperte, colori. Il suono dei passi, preceduto dai campanacci, annuncia una terra misteriosa, in cui il passato continua a vivere nella passione dei suoi abitanti.

Autunno in Barbagia 2014 a Teti

Autunno in Barbagia 2014 a Teti – Mappa

Ecco qua di seguito il programma di Autunno in Barbagia 2014 a Teti:

Venerdì 28 Novembre 2014

Ore 16.00 – Apertura Cortes e inaugurazione Manifestazione “ S’ Iscusorzu ‘e Teti “.

Sabato 29 novembre 2014

Ore 9.00 – Apertura Cortes: degustazione prodotti locali.
Ore 10.00 – Apertura Mostra “Il Popolo di Bronzo” a cura di Angela Demontis presso il Museo Archeologico.
Ore 15.00 – Convegno-dibattito presso il Museo Archeologico su: la cucina nuragica, un percorso enogastronomico sull’evoluzione alimentare in Barbagia.
Ore 16.30 – Inaugurazione Statua “Il Demone di Abini“ presso piazzetta “Mulare“
Ore 17.00 – Accensione falò – Inizio rappresentazione “S’Iscusorzu ‘e Teti ”…come tutto ebbe inizio…il rinvenimento dei Bronzi di Abini, a cura dell’Associazione culturale locale: “Su Sennoreddu e sos de S’Iscusorzu” con l’esibizione itinerante delle Associazioni e Cori polifonici locali
Ore 19.00 – Degustazione in piazza di prodotti risalenti alla cucina nuragica a base di cinghiale, in collaborazione con i cacciatori locali.
Ore 22.00 – Concerto di musica etnica con la partecipazione di diversi artisti sardi.

Domenica 30 Novembre 2014

Ore 09.00 – Apertura Cortes – degustazione prodotti locali.
Ore 10.30 – XXIV edizione del concorso di poesia in limba, “Sa Madonna ‘e su Nibe“ presentazione elaborati e premiazione vincitori;
Ore 15.00 – Laboratorio di Archeologia sperimentale: fusione e colata del bronzo, creazione di un bronzetto rinvenuto ad Abini.
Dalle ore 15.00 – Esibizione itinerante delle maschere tradizionali barbaricine
Ore 16.00 – Presentazione della 2°campagna di scavi nel sito archeologico di Abini, realizzata nel 2014, a cura della Dr.ssa Anna Depalmas, Università di Sassari e Dr.ssa Nadia Canu, Soprintendenza per i Beni Archeologici di Nuoro e Sassari.
Ore 17.00 – Attorno ai falò – Inizio rappresentazione “S’Iscusorzu ‘e Teti”… come tutto ebbe inizio… il rinvenimento dei Bronzi di Abini, a cura delle Associazione culturale locale: “Su Sennoreddu e sos de S’Iscusorzu” con la partecipazione delle maschere tradizionali Barbaricine, e altri Artisti locali.
Ore 19.00 – Premiazione delle Corti più belle presso la sala convegni del Museo Archeologico.

Venerdì 28, Sabato 29 e Domenica 30 Novembre 2014

Laboratori e mostre sempre presenti durante l’evento:
– Laboratorio “ l’Orto didattico “ a cura dei ragazzi del progetto di inclusione sociale del Comune di Teti.
– Laboratorio “ … dal cartone al bronzetto “. Esposizione delle gigantografie dei bronzi di Abini a cura del’Associazione culturale locale “ Sos Bronzetos “.
– Mostra “ Il popolo di bronzo “ di Angela Demontis presso il Museo Archeologico
– “Antichi mestieri ”: Sa cotta ‘e su pane fresa; Bufulitu, bastone e altri dolci tipici.
– Prodotti dell’alveare: miele biologico certificato, melardente.
– Pasta fresca, latte e derivati.
– I prodotti dell’orto, del frutteto e del bosco. Prodotti del maiale.
– Vini e liquori artigianali.
– Laboratorio artigianale del ricamo.
– Maschere e sculture in legno.
– Laboratorio orafo – ceramista.
– Lavorazione terracotta.
– Riproduzione oggetti della civiltá nuragica.
– Pietre ornamentali, cesti artigianali.
– L’arte tintoria, uso tradizionale specie vegetali mediterranee.
– Sartoria artigianale, confezione abiti in velluto su misura.
– Lavorazione pelle scarpe su misura, borse e oggettistica in pelle.
– Sculture in legno, artigianato tipico – miniature.
– Lavorazione sughero: arredo e oggettistica.

Nei giorni di Sabato 29 e Domenica 30 novembre, dalle ore 9.30 alle ore 16.30 i Bus navetta accompagneranno i visitatori in un percorso culturale/ambientale, dal Museo Archeologico al Villaggio nuragico di Abini e S’Urbale al Parco comunale di San Sebastiano. Verranno anche proposti diversi itinerari naturalistici archeologici di breve durata da svolgere autonomamente in auto o a piedi.

Da visitare a Teti:

– Museo Archeologico: visite guidate.
– Mostra “Il Popolo di Bronzo”a cura di Angela Demontis.
– Biblioteca Comunale: “L’arte nuragica come ispirazione”, collettiva di lavori artistici ispirati all’arte nuragica: forme, simboli, colori e atavico fascino.
– Villaggio nuragico di S’Urbale: visite guidate.
– Casa antica: arredi d’epoca della casa tradizionale Tetiese.
– Casa signorile: arredi d’epoca della casa signorile Tetiese.
– Sala espositiva Museo Archeologico: percorsi della memoria, tredici anni di pittura estemporanea.
– Esposizione Floro-Faunistica a cura dell’Ente Foreste.
– Parco comunale S. Sebastiano.
– Chiesa campestre San Sebastiano.
– Chiesa S. Maria della Neve.

Autunno in Barbagia 2014 a Teti

Autunno in Barbagia 2014 a Teti

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *